Synergy Arapi F.lli Mondovì, abbattuta la corazzata Spoleto

Due ore e mezza di battaglia, adrenalina pura, e la Synergy Arapi F.lli Mondovì esce vittoriosa anche dal confronto contro la corazzata Spoleto

Due ore e mezza di battaglia, adrenalina pura, e la Synergy Arapi F.lli Mondovì esce vittoriosa anche dal confronto contro la corazzata Spoleto. Cinque partite, altrettante vittorie per la squadra allenata da Marco Fenoglio, che consolida così la seconda posizione in classifica alle spalle di Brescia (18 punti i lombardi, una partita in più, 14 Mondovì). Consolida soprattutto un gruppo capace di reagire ad ogni situazione: un problema muscolare accusato nell’allenamento di venerdì da parte di Kollo non ha permesso all’estone di scendere in campo (l’allenatore ha preferito tenerlo precauzionalmente a riposo), ma l’intercambiabilità delle pedine non ha intaccato il rendimento di gioco della squadra. Gran protagonista di giornata Jernej Terpin, chiamato ad un super lavoro da Pistolesi: 34 le palle attaccate dal goriziano, la metà trasformate in punto, oltre tre muri ed una battuta vincente: sontuosa la sua percentuale in attacco nel secondo set, 86% con 6 punti su 7 attacchi. Anche contro Spoleto, grande protagonista è stato il muro: 15-8 il confronto finale, con Borgogno (suo quello conclusivo nel tie break su Paduria Diaz) a svettare grazie ai 6 personali. Entrambe le squadre hanno battuto bene (7 aces e 16 errori per parte), ma Pistolesi è riuscito a smistare meglio il gioco rispetto al pari ruolo umbro: a fronte di una ricezione pressoché paritaria (martellato Fusco, che ha risposto alla grande), l’alzatore monregalese oltre il gioco in banda è riuscito ad innescare perfettamente anche i centrali, che hanno chiuso con ottimi risultati: gran lavoro quello di Biglino, decisamente positivo Treial (83% in attacco, 2 muri ed un ace).
UNA GRANDE VITTORIA.“Quella di oggi era la classica partita spartiacque, al termine della quale potevamo capire fin dove si poteva arrivare – commenta l’allenatore Fenoglio -. Spoleto è senza ombra di dubbio la candidata più importante per il passaggio in SuperLega. Vincere a casa loro, con questa autorità, è stato grandioso. Abbiamo la consapevolezza di essere davvero una squadra forte. Mettere a segno 16 muri contro una squadra come Spoleto, beh, significa aver fatto una partita di spessore tecnico davvero elevato. L’ennesima vittoria di squadra: in singoli fanno parte di un gruppo, ma è il gruppo a vincere. Tecnicamente, oltre il muro, anche oggi la correlazione muro-difesa ha funzionato a meraviglia: abbiamo sprecato pochissimo, e nei momenti importanti quasi nulla. Siamo partiti in sordina in questa stagione, senza proclami, semplicemente lavorando, ora esprimiamo un gioco addirittura più forte delle squadre che sono candidate alla vittoria del campionato”.
LA PARTITA. Primo set: equilibrio fino al 4-4, poi arriva il primo strappo di Spoleo che si porta avanti di tre punti (8-5). Un ace di Terpin e l’attacco di Morelli rimettono in corsa i monregalesi (9-9), ma sono ancora gli uomini di Monti, con due punti di Padura Diaz ed uno del regista Zopellari, a riportarsi avanti 15-11. Mondovì non ci sta, recupera fino a -1 (18-17, due errori di Aguenier), poi cede il parziale.
Parte subito forte la Synergy Arapi F.lli nel secondo (0-3, muri di Borgogno e Terpin), Spoleto impatta a 6 (ace Padura Diaz), poi due punti consecutivi di Morelli (ace e seconda linea) e l’attacco di Biglino lanciano i monregalesi 7-12. Vantaggio che i piemontesi mantengono inalterato fino alla conclusione del parziale.
Nel terzo set è ancora Mondovì a fare la voce grossa fin dall’inizio: 1-4, muro di Biglino su Zamagni, 1-5 ace di Borgogno, poi 1-6 attacco di Terpin. Spoleto accusa il colpo, la Synergy Arapi F.lli infierisce e chiude 16-25.
Nel quarto, un calo fisiologico ed una gran prova degli umbri riaprono il match: la Monini fugge 8-5 approfittando di due invasioni a rete dei monregalesi, poi affonda il colpo con un muro su Morelli ed il successivo attacco di Zamagni che fissano il punteggio 14-8. Sul 22-14 Fenoglio cambia la diagonale palleggiatore-opposto inserendo Spagnuolo e Bosio, ma nonostante un piccolo tentativo di rimonta si va al tie break.
Il quinto set è da cardiopalma. La battuta flot di Morelli manda in affanno i ricettori avversari e Mondovì scappa 0-3. Un’invasione di Terpin e l’ace di Padura Diaz riequilibrano il parziale (6-6): le due squadre si affrontano a viso aperto sino all’ 11 pari. Terpin regala il break del 11-13, ma Padura Diaz riaccende le speranze umbre. Cambio palla, poi arriva il gran muro di Borgogno sull’opposto umbro che manda le squadre negli spogliatoi.
AL PALAMANERA ARRIVA REGGIO EMILIA. Domenica prossima altro big match: al PalaManera (ore 19) la Synergy Arapi F.lli affronterà la terza forza del Girone Bianco, la Conad Reggio Emilia, che nel turno odierno si è sbarazzata di Livorno per 3-0. Gli emiliani in classifica inseguono Mondovì a tre punti di distanza.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Synergy Arapi F.lli Mondovì

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here