Synergy Arapi F.lli Mondovì, continuano le vittorie

Ancora una vittoria, la settima di fila, per la Synergy Arapi F.lli Mondovì, capace di piegare anche Livorno, finora imbattuta tra le mura amiche della Bastia, per 3-1

Ancora una vittoria, la settima di fila, per la Synergy Arapi F.lli Mondovì, capace di piegare anche Livorno, finora imbattuta tra le mura amiche della Bastia, per 3-1. Un’altra prova concreta, solida, corale degli uomini di Marco Fenoglio: l’allenatore, giornata dopo giornata, lascia sempre più impressa la propria impronta sul lavoro di questa squadra. Ficcante ed attenta al servizio (7 aces su 10 errori, Livorno ne ha messi 6 sbagliandone però 17, la differenza sta tutto qui), solida in ricezione (51% di squadra, 48% il libero Fusco, 50% Terpin, ben 62% Kollo: 70 le palle ricevute in totale), attenta in attacco (55%, con Morelli stratosferico: 61% finale ed addirittura 85% su contrattacco, 12 palle!). Ottime le bande (instancabile Terpin (62%, 15 su 24), martellante Kollo (53%), ma anche i centrali: Treial affondava i colpi in attacco (e metteva in difficoltà i ricevitori avversari sulla battuta flot), Biglino murava (4). Tutto ciò grazie ad un sempre più sorprendente ed efficace Pistolesi: un’altra classica partita perfetta quella giocata a Livorno dal regista monregalese.
“Quella contro Livorno è stata la partita forse più difficile della stagione, ma anche la più bella – il commento finale di Marco Fenoglio – . E’ stata veramente sudata, perché Livorno ci ha aggrediti da subito con la battuta, mettendo grossa pressione, alla quale abbiamo reagito con la giusta mentalità. Alla fine ecco i soliti, grandi numeri che hanno dell’incredibile: nella fase di contrattacco abbiamo schiacciato 40 palloni, non 5, ottenendo una percentuale positiva pari al 73%. Clamoroso. Insieme con la Foppapedretti del 2004, questa è sicuramente la squadra che rispecchia in pieno la mia mentalità: il carattere, il modo di stare in campo sono me stesso. Pistolesi sempre più bravo? Matteo aveva bisogno di qualcuno che gli desse fiducia: sono tutti bravi a parlare, ma quando si tratta di prendersi delle responsabilità sono in pochi a farlo. E’ un ragazzo dotato di una volontà di ferro; certo, deve ancora migliorare sotto certi aspetti, ma ha semlicemente bisogno di giocare: qualunque atleta, se lo lasci sempre in panchina non migliorerà mai ”.
LA PARTITA. Primo set equilibratissimo. Dopo l’errore di Borgogno, Mondovì trova il break sul turno al servizio di Treial: Morelli in diagonale segna il 1-3, ma Livorno pareggia a muro fermando proprio Borgogno (3-3). Momento difficile per lo schiacciatore cuneese, che viene chiamato in panchina sul 7-6: al suo posto Kollo. Mondovì cambia marcia e con un muro di Morelli torna a +2 (7-9). Il servizio di Jovanovic manda in affanno la ricezione piemontese e Livorno sorpassa 9-8, poi scappa 12-10 con l’ace di Wojcik. La pipe di Zonca consegna il massimo vantaggio ai toscani: 15-12 e time out di Fenoglio. La Synergy Arapi si riavvicina sul turno in battuta di Pistolesi: Morelli segna il -1 (17-16), poi il servizio flot di Treial permette a Biglino di pareggiare a 19 con un primo tempo. L’ace di Kollo porta Mondovì avanti 21-22, tocca a Montagnani chiamare tempo: al rientro Kollo sbaglia il servizio, Pistolesi commette un’infrazione, Zonca segna due aces di fila e Livorno ribalta le sorti vincendo.
Secondo set, subito 0-2 Mondovì ancora grazie al servizio flot di Treial che permette a Morelli di mettere palla a terra, ma Livorno impatta a 3 fermando Biglino a muro. La Fonteviva trova il break (5-3) con l’attacco dalla seconda linea di De Santis. Arriva ancora dal turno in battuta di Pistolesi la rimonta monregalese: pareggio a 7 su errore toscano, poi Morelli mette e terra il 7-8. Ace di Terpin, 8-10 Synergy Arapi, Woycik pareggia a 11, Biglino rimette in corsa Mondovì (12-14) che approfitta dell’errore di De Santis per portarsi avanti 12-15. Time out di Montagnani, Paoli ferma Biglino a muro (14-15). Fenoglio trova la giusta mossa, inserendo Bosio al servizio: Morelli segna due muri consecutivi e Mondovì scappa 16-20. Sbaglia l’attacco De Santis (16-21), Morelli segna il 17-23 ed infine il punto del vantaggio.
Terzo set, splendido break monregalese (7-3) sulla rotazione al servizio di Biglino: un ace del centrale e due muri consecutivi su Wojcik costringono Montagnani al time out. La Fonteviva torna sotto (6-7) , ma Zonza mette fuori la palla che regala a Mondovì il nuovo triplo vantaggio (6-9). Arriva il fallo di seconda linea commesso da Kollo (8-9), che rimedia a muro (9-12). Blcok di Paoli su Treial (14-15), la Fonteviva conclude la rincorsa impattando 18-18 con De Santis, effettua il sorpasso fermando a muro Kollo e trova addirittura il +2 grazie a Zonca (20-18). Arriva il time out di Fenoglio. Un fallo in palleggio di Jovanovic e l’attacco di Kollo riconsegnano il vantaggio ai piemontesi: 20-21. Il punto che vale l’1-2 arriva su errore di Loglisici.
Quarto parziale, 3-5 Mondovì su attacco di Terpin, segue l’ace di Biglino per il doppiaggio (3-6). Solito innesto di Bosio al servizio che mette a segno l’ace del 5-9 e time out per Montagnani. Zonca accorcia le distanze per Livorno (8-10), poi Kollo commette invasione, Zonca stesso mette a terra la palla in attacco ed il set torna in equilibrio (10-10). Mondovì riordina le idee: muro di Biglino su Maccarone per il nuovo +2 (10-12), ma De Santis al servizio abbatte Terpin e siamo ancora sul 12-12. Arrivano il muro di Treial ed un ace di Biglino e la Synergy Arapi torna a correre 13-16. Livorno sembra aver esaurito la benzina, mentre sale in cattedra il muro di Morelli a fermare Loglisci per il 14-18. Arriva anche quello di Biglino su Zonca (18-23), poi il centrale albese trova anche il punto in attacco che vale il match ball (18-24). Chiude le ostilità un errore al servizio dei toscani.
SPOLETO KO CON BRESCIA, UMBRI A -6. La contemporanea, pesante, sconfitta patita da Spoleto in casa con Brescia lascia la Synergy Arapi F.lli solitaria al secondo posto a quota 20 punti. Classifica guidata dai lombardi con 24, terza la Monini con 14, quarte Reggio Emilia e la sorprendente Macerata con 13. Dietro, Santa Croce e Potenza Picena con 12. Proprio i marchigiani dell’ex Matteo Paoletti saranno i prossimi avversari di Monodvì domenica prossima 2 dicembre alle ore 19 al PalaManera.
LA PRIMA DI ELENA! Per la prima volta in stagione sulla panchina della Synergy Arapi F.lli Mondovì si è seduta la fisioterapista Elena Ambrogio, che tutte le settimane segue son grande attenzione gli atleti durante gli allenamenti della squadra. Una ‘prima’ davvero fortunata!

UFFICIO STAMPA SYNERGY ARAPI F.LLI MONDOVI’

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here