Team Retornaz Raspini: covid e preparazione olimpica

Un viaggio complicato per gli azzurri che preparano la sfida di Pechino

team-retornaz-raspini-covid-preparazione-olimpicaL’appuntamento olimpico di Pechino 2022 si avvicina a piccoli passi ed aumentano le energie mentali degli atleti per contenere la tensione data dall’emergenza Covid.

La delegazione azzurra partirà in vari scaglioni e per Joel Retornaz, Sebastiano Arman e Simone Gonin insieme a Mattia Giovanella ed al tecnico Claudio Pescia è stata fissato il volo per il 2 febbraio, in tempo per poter partecipare alla cerimonia inaugurale prevista nel Nido d’Uccello dello Stadio Nazionale di Pechino. Partenza anticipata, invece per Amos Mosaner e Stefania Constantini impegnati nella gara 1 del torneo di doppio misto a partire dal 3 febbraio contro gli Stati Uniti.

La prima gara in calendario sarà per il 9 febbraio contro la Gran Bretagna al Centro Acquatico Nazionale ex sede delle gare di nuoto lasciato in eredità dai Giochi estivi del 2008.

Per tutta la durata della permanenza gli atleti saranno ospitati in una “bolla”ed avranno contatti ravvicinati quasi esclusivamente con il loro entourage, con movimenti ridotti all’indispensabile e pianificati nei minimi dettagli senza la possibilità di lasciare il villaggio olimpico ( camere singole per tutti) e gli impianti di gioco.

Non ci saranno spettatori stranieri e per quelli cinesi il Governo ha imposto regole ferree con la limitazione ad applaudire, senza urlare o cantare.

Il nostro team sta vivendo il percorso di avvicinamento a Cembra in Trentino. Il prossimo week per precauzione non parteciperanno alle gare del Campionato Italiano in calendario a Pinerolo ed è stata cancellato il Torneo canadese del Grande Slam, ultimo appuntamento di confronto ad alto livello tra le migliori formazioni partecipanti ai XXIV Giochi Olimpici. Resta, ad oggi, in sospeso l’eventuale appuntamento a San Gallo in Svizzera per un test di gara nell’ultimo week end di gennaio.

Ognuno sta vivendo queste giornate in maniera responsabile evitando al massimo i contatti esterni per non rischiare di compromettere l’appuntamento per il quale hanno lavorato per quattro anni.

La speranza è che queste giornate trascorrano rapidamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here