Torino – Lazio 1 a 0, Lazio battuta sotto la neve

Ieri sera, presso lo Stadio Olimpico di Torino, il Toro ha battuto la Lazio, avvicinandosi considerevolmente alla quota salvezza.

 

GRANATA E BIANCO-CELESTI AL CROCEVIA – Il Torino arriva alla sfida serale dopo un magro bottino di un punto in tre partite. Le recenti prestazioni negative hanno messo i Granata in una posizione scomoda, allontanandoli dal gruppo delle “quasi salve”. Dall’altra parte della classifica, la Lazio, orfana di Klose, è altrettanto in emergenza, con soli 3 punti ottenuti in 4 giornate, passando dalla zona Champions al settimo posto in poco più che cinque giornate.

 

DENTRO I “PESI LEGGERI” – Ventura tiene fuori i “pesi massimi” e decide di sfruttare l’intesa d’attacco Barreto-Meggiorini, coadiuvata dalle ali Santana e Cerci. Scelta obbligata in difesa, con Rodriguez che sostituisce Ogbonna. La Lazio è orfana di Hernanes e Floccari, sostituiti rispettivamente da Onazi e Kozak.

 

VOLA L’AQUILA SOTTO LA NEVE – Sotto una nevicata incessante, inizia il match. È subito la Lazio a spingere, mettendo in difficoltà Rodriguez, incerto in due occasioni. Tuttavia, è del Toro la prima occasione concreta del match, con Barreto che tira a lato intorno al 7′. Quattro minuti dopo risponde la Lazio: l’albanese Cana coglie un palo incredibile a Gillet battuto. Il match sembra essere di marca laziale.

 

LO SCIAGURATO MICHAEL – Tra il 14′ e il 16′, avvengono gli episodi che cambiano la partita. In tre minuti, Michael Ciani, difensore laziale, si rende protagonista di due interventi fallosi, che ne decretano due ammonizioni e dunque l’espulsione. Nonostante la superiorità numerica, il Torino soffre ancora e si palesano i soliti difetti. Al 23′ Kozak sfiora il gol con un insidioso rasoterra che impegna Gillet. L’ultima azione pericolosa del primo tempo è però del granata Santana, bravo a procurarsi una punizione, che lui stesso mette fuori di poco.

 

IL CAMPO ADDORMENTA LA PARTITA – Il primo tempo si conclude con una Lazio brava a gestire l’inferiorità numerica contro un Toro bravo a difendersi ma incapace di incidere. Intanto, la nevicata che si è abbattuta su Torino ha reso il campo al limite della praticabilità, rendendo difficile il gioco delle compagini. Infatti, il secondo tempo ricomincia come era finito il primo, ovvero con un gioco che stenta a decollare. L’unica azione degna di nota è al 50′, con Onazi che da fuori mette alla prova Gillet.

 

DENTRO I “PESI MASSIMI” – Ventura prova a cambiare la strategia, inserendo Bianchi e Birsa al posto di uno spento Meggiorini e di Santana. Malgrado ciò, la partita è condizionata dalla neve e i ritmi rallentano ulteriormente. Al 78′ si rende necessario ritracciare le linee perimetrali, con il match che si ferma per due minuti buoni. Alla ripartenza, Ventura butta nella mischia Jonathas, che rileva un pessimo Barreto.

 

IL BRASILIANO DELLE NEVI – All’82’ accade l’impensabile. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Jonathas anticipa Biava e, in torsione, insacca alle spalle di Marchetti. Il Torino, finora parso non in grado di segnare, sblocca la partita e manda in visibilio la Maratona. Il gol sembra dare rinnovata fiducia ai granata, che prendono in mano la partita negli ultimi 10 minuti. all’85’ Cerci, dalla distanza, trova Marchetti pronto. Al 93′, Bianchi si mangia l’impensabile a tu per tu con il portiere laziale, dimenticandosi totalmente di un liberissimo Cerci. Così, termina il match.

 

SALVEZZA PIU’ CHE VIRTUALE – La partita si conclude con una vittoria torinista, frutto della proverbiale solidità “da Toro”, che proietta i granata a 35 punti, a +10 dal temibile terz’ultimo posto. La vittoria del Torino è frutto delle intuizioni tattiche di Giampiero Ventura, a cui va il merito di essere riuscito a modificare efficacemente l’approccio lungo la partita, rendendo decisivo ogni cambio operato.

– Dall’altra parte, la Lazio ha poco da recriminare: l’espulsione di Ciani ha condizionato sensibilmente il gioco biancoceleste, ma le cause della sconfitta sono da imputare principalmente al buon gioco espresso dalla compagine torinese, capace di limitare le occasioni laziali.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Parma – Torino 4 a 1, un Toro sciagurato perde definitivamente la sicurezza nella salvezza

Matteo Maero