WorldSBK 2019 Portogallo, weekend difficile per Laverty e Go Eleven

Il saliscendi dell'Algarve non sorride al Team Go Eleven ed al suo pilota Eugene Laverty

Il saliscendi dell’Algarve non sorride al Team Go Eleven ed al suo pilota Eugene Laverty.
Giunti in Portogallo con le migliori aspettative dopo i più che positivi test estivi, le mutate condizioni dell’asfalto hanno messo in crisi la Ducati Panigale V4-R preparata dal Team piemontese. La domenica mattina si è aperta con un Warm Up incoraggiante rispetto alla Gara del sabato. Eugene è riuscito a mettersi vicino ai primi, a soli 3 decimi dalla Top 4.
Warm Up: P 13 1.42.395 +1.127
Con il salire delle temperature, sono tornati i soliti problemi riscontrati tutto il weekend. Poco grip al posteriore e grande fatica a far girare la moto a centro curva, soprattutto nel secondo e terzo settore.
Eugene ha comunque cercato di rimanere attaccato al gruppetto davanti, ma complice anche un brutta partenza ed un paio di secondi persi nei sorpassi, non è andato oltre la quindicesima posizione.
Il ritmo gara è stato peggiore delle aspettative che aveva creato il warm up e non è stato possibile entrare nei primi nove, per sfruttare i cambiamenti della griglia.
Superpole Race:
P 1 J. Rea 17’00.806
P 2 A. Bautista + 2.103
P 3 A. Lowes + 2.384

P 15 E. Laverty + 16.591
In vista di gara 2 i tecnici Go Eleven hanno provato a migliorare il bilanciamento della moto, per aumentare il contatto a terra dello pneumatico posteriore.
Purtroppo le modifiche non hanno cambiato la situazione, e per Eugene non è stato facile gestire il consumo delle gomme. Verso metà gara sembrava poter chiudere sulla BMW ufficiale di Reiterberger, ma un errore lo ha allontanato, riuscendo poi a riavvicinarsi sul finale ma senza guadagnare posizioni.
Race 2:
P 1 A. Bautista 34’18.017
P 2 J. Rea + 0.111
P 3 T. Razgatlioglu + 4.576

P 14 E. Laverty + 30.993
Il Team Go Eleven non molla mai, e tantomeno Eugene Laverty; di certo rimane il dispiacere per questa tappa, ma nelle ultime tre gare faremo il massimo per ritornare a far divertire il pubblico, per rimettere la Panigale V4-R rossa, gialla e bianca là dove merita di stare!
Prossimo evento: Magny-Cours, Francia, 27-29 Settembre.
Eugene Laverty (Rider):
“Un’altra giornata difficile! La Superpole Race è stata dura, ho concluso quindicesimo, e nella gara principale, Gara 2, non avevo grip. Non potevo fermare la moto e prendere il gas in mano per uscire dalle curve. E’ stato davvero complicato!
Un weekend da dimenticare, non ci resta che guardare avanti e pensare a Magny-Cours. Sono dispiaciuto perché amo questo tracciato e mi sono sempre sentito a mio agio, ma senza il grip sul posteriore era impossible lottare per il vertice.”
Denis Sacchetti (Team Manager):
“Dopo i test svolti qui Portimao, appena 15 giorni fa, le ambizioni del week end erano ben diverse! Le condizioni di clima e temperatura asfalto non sono cambiate, quindi non riusciamo a capire a cosa sia dovuto questo peggioramento nelle prestazioni. Non siamo riusciti a replicare il buon feeling e le buone sensazioni che Eugene aveva avuto nei test. Inutile nascondersi, questi non sono certo i risultati a cui aspiriamo, e lavoreremo già da domani per tornare competitivia Magny-Cours.”
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Go ELEVEN

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here