WorldSBK Catalogna 2020, domenica sfortunata per Rinaldi e Go Eleven

Le gare non finiscono mai, fino alla bandiera a scacchi; oggi il Team Go Eleven lo ha provato sulla propria pelle

Le gare non finiscono mai, fino alla bandiera a scacchi; oggi il Team Go Eleven lo ha provato sulla propria pelle! Nel Warm Up Michael è sceso in pista con l’obiettivo di provare il passo gara con la SC0. Fin da subito si è dimostrato competitivo, nei migliori a livello di passo gara.
Warm Up:
P 1 M. Van der Mark 1.42.325
P 2 S. Redding +0.026
P 3 M. Rinaldi +0.109
In Superpole Race il 24enne romagnolo scatta male dalla seconda fila. Nel corso del primo giro è undicesimo e il tempo per recuperare è pochissimo, visti i soli 10 giri di gara. Imposta il suo ritmo, seguendo il compagno di marca Chaz Davies, e riesce a rimontare fino al sesto posto. Ottima posizione di partenza per Gara 2, seconda fila difesa!
Superpole Race:
P 1 M. Van Der Mark 17’07.732
P 2 J. Rea +2.372
P 3 L. Baz +2.923

P 6 M. Rinaldi +6.487
Per raccontare Gara 2 è difficile trovare le parole! Michael è scattato come un fulmine, mettendosi subito in seconda posizione a ridosso di Van Der Mark, poi lo ha passato prendendo la testa della corsa e provando a creare un piccolo gap. Chaz Davies, vincitore della seconda manche, ha preso il comando della classifica al quarto giro; l’alfiere Go Eleven lo ha seguito per alcuni passaggi, nel corso del sesto giro sentiva di essere più veloce ed ha provato l’attacco alla curva 6, finendo lungo e scalando in classifica al quarto posto dietro all’accoppiata Yamaha. 2 giri di difficoltà dove è stato sopravanzato anche da Rea, ma poi testa bassa e martellare. Sorpasso su Rea in fondo al rettilineo verso metà gara ed obiettivo podio in mente. Il numero 21 riesce a chiudere il gap decimo su decimo finché le prime fumate bianche fuoriescono dal posteriore della Ducati. A due giri dalla fine è costretto ad abbandonare la contesa, proprio quando era entrato in odore di podio. Finire la gara così fa male, fa malissimo, però rimane la consapevolezza di essere veloci e costanti su tutti i tracciati ed in tutte le condizioni. Il Circuit de Barcelona-Catalunya non ha dato alla squadra piemontese ciò che sperava, i punti raccolti sono stati meno di quelli alla nostra portata; tra due settimane è già ora di rifarsi. Il WorldSBK si sposta in Francia, tracciato di Magny-Cours, 2/4 ottobre!
Race 2:
P 1 C. Davies 34’29.729
P 2 M. Van Der Mark +2.460
P 3 G. Gerloff +2.559

DNF M. Rinaldi
Da parte di tutto il Team Go Eleven, le nostre congratulazioni vanno a Chaz Davies e Garrett Gerloff: Chaz, grande vittoria, te la meriti tutta; Garrett il primo podio non si scorda mai!
Michael Rinaldi (Rider):
“E’ stato un weekend dove abbiamo raccolto meno di quello che si poteva raccogliere perché in entrambe le gare saremmo potuti finire sul podio. Ieri abbiamo sbagliato la gomma, ma ci sta, senza aver potuto provare prima è stato un rischio calcolato, mentre oggi ho lottato per la prima posizione, poi ho fatto un errore e sono tornato quinto. Poi mi sono messo lì con il mio passo, ho ripassato Johnny e stavo andando a riprendere le due Yamaha, potevamo essere tranquillamente sul podio. Mentre mi avvicinavo ai primi tre, il motore è calato e poi si è rotto. Non ho molto da dire, non potevo fare nulla di diverso, ho dato il massimo ma a due giri dalla fine sono stato costretto al ritiro. Peccato perché potevano essere due podi, abbiamo buttato via un po’ di punti in questa gara!”
Denis Sacchetti (Team Manager):
“Oggi non è andata bene, Michael aveva il passo per fare il podio, lo ha dimostrato sia nella Superpole Race che nel Warm Up. In Superpole Race siamo partiti con la SC0, a differenza di quasi tutti gli altri che avevano la gomma morbida ed abbiamo portato a casa comunque una bella prestazione finendo sesti. In gara 2 Michael è partito benissimo lottando per le prime tre posizioni, negli ultimi giri poteva tranquillamente provare l’assalto al podio, ma purtroppo è stato fermato da un guasto tecnico ad un giro dalla fine. Il weekend è comunque positivo perché ci siamo dimostrati sempre lì davanti, a lottare per il podio e per le posizioni che contano; non abbiamo raccolto, però, quello che meritavamo nelle due gare. Michael è stato bravo, la squadra ha lavorato bene e non abbiamo nulla da recriminare. Ora andiamo a Magny-Cours, il penultimo Round del Campionato, con la motivazione alta e la consapevolezza di poter fare ottimi risultati!”
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Team Go Eleven

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here