WorldSBK Losail 2019, primo giorno per Laverty e Go Eleven

Si accendono le luci sul circuito di Losail, le moto fremono in attesa del primo semaforo verde del Round 13

Si accendono le luci sul circuito di Losail, le moto fremono in attesa del primo semaforo verde del Round 13!
Le Free Practices 1 si aprono con un asfalto in ottime condizioni rispetto agli anni precedenti: la sabbia, portata in pista dall’arido deserto circostante, non sembra dare problemi ai piloti, che segnalano sin da subito un buon grip.
Eugene entra in pista con lo stesso set-up dell’Argentina, ma al secondo giro la gomma posteriore si buca a causa di un detrito raccolto in pista; per fortuna la carcassa perde aria poco alla volta ed il pilota irlandese riesce a tornare ai box.
Nuova gomma, rientra sul tracciato e gira con un ritmo costante.
Laverty lamenta un posteriore leggero, con poco contatto al suolo. Quest’ultimo sarà il principale obiettivo di miglioramento per il secondo turno.
Free Practices 1: P 14 1’59.826 + 1.816
Alle 20.00 i piloti sono di nuovo in pista per le Free Practices 2!
La Ducati V4-R by Go Eleven si presenta con una nuova regolazione del pivot, che dovrebbe aiutare Eugene nel trasferimento di carico.
Fin dalla prima uscita il miglioramento è netto ed evidente, un secondo meglio rispetto alle FP 1. Con il crono di 1’58.692 Laverty conclude il Venerdì in decima posizione, con un passo costantemente sotto il ’59 che fa ben sperare in ottica gara.
Free Practices 2: P 10 1’58.692 + 1.243
Ora i tecnici potranno svolgere le ultime modifiche, cucire al meglio la Rossa di Borgo Panigale sull’irlandese di Go Eleven ed affrontare Superpole e Gara 1.
Ricordatevi che in Qatar le gare si svolgono il Venerdì ed il Sabato alle 20.00 ora locale!
Eugene Laverty:
“Oggi abbiamo svolto un buon lavoro, siamo undicesimi nella classifica combinata. Il miglioramento fatto in Argentina è stato netto ed ora la moto funziona bene.
Cercheremo di fare ancora un piccolo passo in avanti questa notte per rendere più facile l’ultima parte di frenata.
Il ritmo dimostrato oggi, comunque è buono: non siamo ancora riusciti a fare uno o due giri veloci in ottica qualifica, ma tutti i giri completati erano molto costanti. E’ fondamentale in ottica gara!”
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Team Go Eleven

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here