Autodemolision Sant’Ambrogio di Torino 14 Aprile 2013, tra polvere e velocità, vince lo spettacolo

Ieri si è svolto a Sant’Ambrogio di Torino la prima tappa dell’Autodemolision, gara automobilistica tra le più particolari di tutta la provincia.

 

LA PRIMAVERA AIUTA – La manifestazione organizzata da Fulvio Micellone, giunta alla sua quarta edizione, ha richiamato un buon numero di pubblico, tra appassionati e semplici curiosi, vogliosi di passare la prima vera giornata di primavera in un modo differente dal solito.

 

“DEMOLITE” DA STERRATO – Il fulcro dell’evento è stato ovviamente la gara di auto da demolizione su circuito sterrato. A prendere parte alla contesa sono stati 54 piloti divisi più o meno equamente in cinque gruppi, legati alla cilindrata dell’auto. La contesa, divisa in due chance per divisione, ha visto le auto combattere fino all’ultima curva anche in maniera cruenta e non sono mancate le sportellate e gli incidenti spettacolari, senza tuttavia provocare criticità.

 

SPAZIO ALL’INTRATTENIMENTO – Tuttavia, non ci sono solo derapate e avversari da battere: come ogni anno, l’Autodemolision è stato anche un evento d’intrattenimento, grazie alla buona mano di Lorenzo Richetto, speaker e DJ locale. Quest’ultimo ha saputo intrattenere il pubblico in maniera efficace anche nei tempi “morti” anche con scenette salaci, sebbene sempre legate al mondo dei motori. Il fulcro dello spettacolo è stato l’esibizione di Richetto con una Ford Mustang, eseguita al termine delle prime manche.

 

LE OPINIONI – Che l’AD sia una manifestazione da sempre piacevole è confermato anche dal pubblico accorso. “Sebbene sia appassionato, – afferma nell’intervista uno spettatore – è il primo anno che seguo questo evento. Sono stato incuriosito dal fatto che si corre sullo sterrato, il che è garanzia di spettacolo”. Perciò, anche quest’anno, l’Autodemolision ha saputo offrire lo spettacolo che ci si aspettava da un evento del genere.

 

LE INTERVISTE – Tra i protagonisti della manifestazione intervistati da CronacaTorino, non potevano mancare:

– il pilota Franco Scarafiotti – Franco Scarafiotti, 53enne torinese, è alla sua sesta gara nell’Autodemolision: “Corro qui per divertirmi e per mettermi alla prova di fronte agli altri – ci ha raccontato. – È il mio hobby e lo coltivo con piacere”.

– Il preparatore Stefano D’Arienzo – In rappresentanza dei preparatori ha parlato Stefano D’Arienzo, giovane gestore di un polo di demolizione della zona: “Ho deciso di fare l’Autodemolision perché sono appassionato di auto ed amo prendere parte a competizioni del genere”. Riguardo la ‘preparazione’ vera e propria, ha poi aggiunto: “Seppur trattandosi di auto da demolizione, la preparazione occupa un sacco di tempo, sopratutto nei dettagli, che devono essere curati meticolosamente. Trascurare i dettagli ti può far rimanere a piedi”.

– L’organizzatore dell’evento, Fulvio Micellone – Gran finale sono state le parole di Fulvio Micellone, organizzatore capo della manifestazione: “Quando ho iniziato ad organizzare il primo Autodemolision è stato quasi per scherzo. Tutto è nato dalle gare di Motocross (delle quali Micellone è comunque organizzatore, ndr), dove alla fine piazzavo sempre un’esibizione con auto da demolizione. Dopodiché, ho pensato di trasformare quest’appendice in una vera e propria gara indipendente. Siamo partiti con le venti auto della prima edizione, che sono diventate 36 l’anno dopo e 50 due anni dopo, fino ad arrivare ad oggi che sono 80. È stato un successone”.

– Rispetto a ciò che succederà in futuro, Micellone ha precisato: “Per organizzare un evento del genere inizio 6 mesi prima. Il futuro? Ora l’Autodemolision è un campionato regionale, che si svolge a Sant’Ambrogio, a Cerreta Canavese ed ho avuto contatti con il Comune di Torino. Tuttavia, ho anche progetti di espansione nel cuneese ed ho ricevuto attestati di interesse organizzativo anche da una località dell’Emilia Romagna, dove mi recherò per un incontro nelle prossime settimane.”

 

 

 

.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it – Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it – Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Autodemolision 2013, Sant’Ambrogio di Torino 14 aprile 2013, info, biglietti, curiosità

Matteo Maero

Foto:Alessio Bert