Estate al Forte di Bard 2021, Extraliscio in concerto sabato 14 agosto; incontro con Crepet il 13 agosto

La vigilia di Ferragosto è nel segno della musica al Forte di Bard. Direttamente dal Festival di Sanremo, gli Extraliscio porteranno al Forte, sabato 14 agosto, alle ore 21.00, il loro tour E’ bello perdersi, dal titolo del loro ultimo lavoro

bardSpaventati, disorientati, depressi o inclini all’ira, fiduciosi nella solidarietà collettiva: con la pandemia pare di attraversare un mare tempestoso, cercando di resistere nella speranza di arrivare presto a un approdo. Lo psichiatra Paolo Crepet affronta così il tema delle inquietudini e delle incertezze di oggi e ne approfondisce i contenuti nel suo ultimo libro Oltre la tempesta, come torneremo a stare insieme, che verrà presentato nella rassegna Forte di Bard Incontri, venerdì 13 agosto, alle ore 21.00.
«Ma come sarà quel porto? Migliore o peggiore di quello da cui siamo partiti? – si chiede Crepet – occorrono curiosità e audacia: uno sguardo curioso ci permette di notare i dettagli, di scoprire che in ogni storia, per quanto minuscola, è contenuta una metafora; un atteggiamento audace ci aiuta a sfidare le correnti del conformismo e i freni di chi ha interesse a mantenere invariato lo status quo».
La serata è promossa in collaborazione con la Libreria Mondadori di Ivrea. La rassegna Forte di Bard Incontri proseguirà giovedì 26 agosto, sempre alle 21,00, lo scrittore e psicoanalista Massimo Recalcati presenterà il libro Il grido di Giobbe. Il previsto incontro con Luciano Canfora del 12 agosto è stato annullato per sopraggiunti impedimenti dell’autore.
COME PARTECIPARE
Prenotazione obbligatoria
Tariffa ingresso: 3,00 euro
T. + 39 0125 833811 – prenotazioni@fortedibard.it
Accesso con obbligo di Green Pass
Extraliscio in concerto
sabato 14 agosto
La vigilia di Ferragosto è nel segno della musica al Forte di Bard. Direttamente dal Festival di Sanremo, gli Extraliscio porteranno al Forte, sabato 14 agosto, alle ore 21.00, il loro tour E’ bello perdersi, dal titolo del loro ultimo lavoro.
Gli Extraliscio sono lo sperimentatore e polistrumentista Mirco Mariani, la star del liscio Moreno Il Biondo e la Voce di Romagna mia nel mondo, Mauro Ferrara. Mirco Mariani, che è il loro leader, è diplomato al conservatorio, è un polistrumentista e un collezionista di strumenti rari e antichi. Ha scritto la musica di tutte le canzoni del nuovo album e anche la maggior parte dei testi, ha una cultura musicale molto vasta che passa per il jazz, la musica d’autore, la sperimentazione, e ha trovato nuovi spunti nell’esperienza di Moreno il Biondo e Mauro Ferrara, che invece vengono dalla tradizione del liscio. La grande novità di questo gruppo è saper unire vari generi musicali in uno stile unico, dove si incontrano la tradizione della Romagna, le chitarre noise, l’elettronica, il rock, il pop in un’esplosione di suoni e arrangiamenti ricchi. Come dice Elisabetta Sgarbi, che li produce con la sua Betty Wrong Edizioni Musicali, «Extraliscio è un modo di pensare». Al 71° Festival di Sanremo, gli Extraliscio hanno portato il brano Bianca luce nera feat. Davide Toffolo. Sono arrivati terzi al Premio della Critica e dodicesimi nella classifica generale.
PREVENDITE
Midaticket.it
Biglietto unico: 15,00 euro
Accesso con obbligo di Green Pass
Info
T. + 39 0125 833811
Bard, 4 agosto 2021
Biografie
Gli EXTRALISCIO nascono dall’incontro tra Mirco Mariani e Moreno il Biondo grazie a Riccarda Casadei, figlia di Secondo. Da lì prende forma l’idea di innestare sulle radici della musica folcloristica romagnola tradizionale, nuovi suoni e nuovi arrangiamenti fino a creare un cortocircuito tra mondi e tra generazioni. A Mirco e Moreno si aggiunge ‘La voce di Romagna’ Mauro Ferrara. Tra il 2016 e il 2017 pubblicano l’album “Canzoni da Ballo” ed il doppio cd Extraliscio All Stars “Imballabilissimi – Ballabilissimi”. Nel febbraio 2020 esce il singolo “Merendine blu”, con un testo scritto da Mariani e Pacifico, cantata con Lodo Guenzi (de Lo Stato Sociale) e Orietta Berti.
Anticipa il nuovo album “Punk da balera” che esce nel novembre dello stesso anno, edito da Garricha edizioni.
Dalla fondazione, il progetto Extraliscio ha divertito e fatto ballare i giovani nei locali più cool di tutta Italia, per poi arrivare nei teatri con Ermanno Cavazzoni, scrittore e sceneggiatore di fama internazionale ed Elisabetta Sgarbi, motore inesauribile di arte e cultura, fondatrice e Direttrice de La nave di Teseo Editore e del Festival Internazionale La Milanesiana, con la sua Betty Wrong Edizioni Musicali; qui sono stati abbattuti definitivamente i confini del genere in nome di una totale libertà, fatta di passione e sperimentazione. “Vichinghi selvaggi che calzano scarpe nere lucidissime”, sono i protagonisti del “Punk da balera”.
Nel 2020 gli Extraliscio sono anche protagonisti del film di Elisabetta Sgarbi “Extraliscio – Punk da Balera. Si ballerà finché entra la luce dell’alba” che è stato presentato in anteprima alle Giornate degli Autori nell’ambito della 77° Mostra del Cinema di Venezia e che arriverà al cinema distribuito come evento da Nexo Digital nella primavera/estate 2021.
Nello stesso anno, hanno composto la canzone ufficiale del Giro d’Italia 103 “GiraGiroGiraGi”, le cui parole sono il frutto della inedita collaborazione tra lo scrittore e autore di testi Pacifico (Gino de Crescenzo), il compositore Mirco Mariani e Elisabetta Sgarbi. Il video della canzone è stato curato da Michele Bernardi e Davide Toffolo, che hanno curato successivamente anche il video della cover di “Sbagliato” di Jovanotti, hit trasformata in punk da balera.
Gli Extraliscio hanno firmato, scritto ed eseguito alcuni brani della colonna sonora di “Lei mi parla ancora”, il film scritto e diretto da Pupi Avati, tratto dall’omonimo libro di Giuseppe Sgarbi, disponibile su Sky Cinema e in streaming su Now TV.
Gli Extraliscio feat Davide Toffolo hanno partecipato al 71° Festival di Sanremo con il brano “Bianca Luce Nera”, scritto da Mirco Mariani, Pacifico e Elisabetta Sgarbi.
Il 5 marzo è uscito il doppio album degli Extraliscio “È bello perdersi” (prodotto da Betty Wrong Edizioni Musicali di Elisabetta Sgarbi / distribuzione Sony Music) diviso in due parti: “È bello perdersi” e “Si ballerà finché entra la luce dell’alba”.
Sono tra i protagonisti del Primo Maggio di Roma 2021.
Extraliscio – Album in studio
2016 – Canzoni da ballo
2017 – Imballabilissimi – Ballabilissimi
2020 – Punk da balera
2021 – È bello perdersi
MIRCO MARIANI
Mirco Mariani ha suonato per diversi anni con Enrico Rava e con Vinicio Capossela. Ha inoltre suonato nei più importanti festival internazionali, con musicisti quali Marc Ribot, Stefano Bollani, Gianluigi Trovesi, Pietro Tonolo. Fonda nella metà degli anni ’90 i Mazapegul coi quali pubblica Controdanza (1996) e Piccolo Canto Nomade (1998). Nel 2010 dà vita al progetto Saluti da Saturno, un piccolo combo dedicato alla forma-canzone che ha prodotto gli apprezzati dischi “Parlare con Anna” (2010), “Valdazze” (2012), “Dancing Polonia” (2013), che vede anche la partecipazione di Arto Lindsay, e “Shaloma Locomotiva” (2014). Nel 2014 per ‘AngelicA – Festival internazionale di Musica contemporanea’ crea la Shaloma Locomotiva Orchestra, una formazione ad organico variabile che esordisce con un prestigioso parterre di ospiti nazionali e internazionali (Mitchell Froom, Paolo Fresu, Jimmy Villotti, Bruno Perrault, Massimo Simonini). Con lo pseudonimo di Fwora Jorgensen, esce nel 2019 l’album da solista di Mirco Mariani, con ospiti come Mitchell Froom, Francesco Bianconi e Mauro Ermanno Giovanardi. Nel 2019 ha partecipato al tour Bastasse il cielo del cantautore Pacifico e alle registrazioni del primo disco solista di Francesco Bianconi. Appassionato ricercatore di strumenti dimenticati e rari, ha creato il LABOTRON, il laboratorio che riunisce tutti i suoi strumenti (tra i quali un’importantissima collezione di Mellotron, da cui il nome), pensato come centro di sperimentazione musicale aperto alle più disparate collaborazioni.
MORENO IL BIONDO
Moreno il Biondo (Moreno Conficconi) nasce a Meldola il 1958. A 14 anni la prima esperienza musicale con il gruppo “I Salsubium” e all’età di 19 fonda la sua prima orchestra di liscio che porta il suo nome. Tante le esperienze in vari importanti orchestre di liscio, tra tutte quella di Franco Bergamini, ma è determinate la chiamata di Raoul Casadei che nel 1990 lo inserisce nella sua orchestra diventandone, fino alla fine del decennio, il Leader indiscusso. Tante le collaborazioni con artisti come Tito Puente, Gloria Gaynor, Elio e le storie tese, gruppo con il quale nel 1996 firma l’arrangiamento de “La terra dei cachi” (the Rimini tapes).
Nel 2000 entra a far parte della Nazionale Cantanti e nel 2002 fonda l’Orchestra Grande Evento, chiamando a se Mauro Ferrara, Fiorenzo Tassinari e Walter Giannarelli, gli storici personaggi del liscio, e collabora con Paolo Vallesi, Pupo, Sandro Giacobbe e Carlo Marrale.
Cura nel 2013 la direzione Artistica, e ne è protagonista, dello spettacolo “Secondo a nessuno” presentato al Ravenna Festival, dove affianca la sua orchestra di Liscio all’orchestra Sinfonica giovanile “Luigi Cherubini” del M° Riccardo Muti, con ospiti Simone Zanchini, Gianni Coscia e Gianluigi Trovesi. In Collaborazione con Regione Emilia Romagna, APT e MEI realizza “La Notte del Liscio” nelle edizioni del 2016, 2017, 2018, 2019, 2020. Nel 2019 è sul palco del Jova Beach Party a Rimini, duettando con Jovanotti sulle note di “Romagna mia”. E’ autore di oltre 400 brani di ballo liscio, ballabili tra i più eseguiti del settore.
MAURO FERRARA
Mauro Carlini, in arte “Ferrara”, nasce ad Argenta nel 1948, ed è la voce storica della Romagna, che ha portato in tutto il Mondo la canzone “Romagna mia”. La sua prima esperienza musicale comincia all’età di 9 anni. Nel corso della sua lunghissima carriera, fa parte dal 1966 al 1969 dell’orchestra “Le Ombre Nere”, dal 1969 al 1974 dell’orchestra folk attrazione di Vittorio Borghesi, e dal 1974 al 2000 dell’orchestra di Raoul Casadei, del quale interpreta le canzoni più storiche, dalla “Ballata del camionista” a “Amico sole”, per arrivare a “Romagna mia”, canzone che gli ha permesso di ricevere da Riccarda, figlia di Secondo Casadei, il riconoscimento di “Voce di Romagna mia nel mondo”. Nel 2000 nasce l’orchestra che porta il suo nome “Mauro Ferrara e il Cuore Italiano” e nel 2004 si unisce a Moreno Conficconi e Fiorenzo Tassinari per dare vita all’Orchestra Grande Evento.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Forte di Bard

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here