Festival delle Magie Gorzegno 4-5 settembre 2021, info e programma

Dopo il successo straordinario ottenuto nel 2020, il Festival delle Magie torna a Gorzegno con un programma ancor più ricco e vario, tanto da meritare l’appellativo che gli è stato dato

Dopo il successo straordinario ottenuto nel 2020, il Festival delle Magie torna a Gorzegno con un programma ancor più ricco e vario, tanto da meritare l’appellativo che gli è stato dato: il più fantastico spettacolo dell’Alta Langa.
Impossibile descrivere in poche parole tutti gli eventi ideati dal poeta albese Romano Vola assieme all’art designer Letizia Rivetti e allo scrittore Giordano Berti; eventi che si susseguiranno nell’arco del sabato sera e dell’intera giornata di domenica, il 4 e 5 settembre sotto l’egida del Comune di Gorzegno e in collaborazione con la Pro Loco.
Nell’arco di quei due giorni avranno luogo concerti, esibizioni di teatro di strada, grandiosi spettacoli light&sound sulle mura del castello, videoproiezioni e videomapping sulle facciate dei palazzi e sul campanile.
Partiamo dagli spettacoli. Sabato 4, a partire dalle ore 21:00, la magia della luce e dei suoni trasformerà la notte di Gorzegno in una caldera scintillante di sorprese e di misteri. Sulla Piazza della Chiesa inizierà la proiezione di “Signatura rerum”, spettacolare videomapping ispirato al misterioso manoscritto Voynich e all’architrave dei draghi che dal 1586 veglia sulla stessa piazza. Un’opera curata da Alma Artis Academy di Pisa e High Files Collective di Torino.
Al tempo stesso si accenderà il “David di Michelangelo” sul campanile della chiesa di S. Siro mentre le mura del castello e la facciata della cappella di S. Martino cominceranno a vibrare con il magico “Light&Sound” a cura di ArtStudioLetizia e P.L.S.
Alle 21:30, in Piazza Baronis si esibiranno i Bandaradan con “Elefanzomparei”, parata travolgente di musiche balcaniche e kletzmer. Sarà il preludio allo sconvolgente spettacolo che la Compagnia teatrale del Drago Nero metterà in scena sullo stessa piazza alle 22:00. Il titolo è “Infernus: l’eterna lotta tra il bene e il male”, uno spettacolo ispirato all’inferno di Dante, con artisti sui trampoli, armati di spade infuocate, effetti speciali e macchinerie sceniche di grande impatto visivo.
La serata si concluderà con “Kletzmer Gypsy Balkan”, musiche festose e ritmi incalzanti dei Bandaradan.
Capitolo mostre. In primis, la mostra internazionale di scultura contemporanea “Sulle orme di Michelangelo”, inaugurata il 26 giugno e allestita tra Piazza Baronis, il prato del castello e la Cappella di S. Martino. Oltre a questa, si potranno vedere altre quattro esposizioni di grande interesse culturale.
“Le tremende streghe di Macbeth” è perfettamente in tema con le tradizioni magiche locali. Si tratta di un’esposizione dedicata alla fosca commedia di Shakespeare, allestita nella Cà d’la Maestra (Via Roma 1-3), Il percorso inizia con un collage di scene da vari film, fissate sul fatidico incontro di Macbeth e Banquo con le tre streghe. In una stanza sono esposte antiche incisioni tra le quali spiccano i grandi Joshua Reynolds e Heinrich Fussli; l’obiettivo è mostrare la relazione fra le tre streghe shakespeariane e le tre dee del destino della mitologia greca (le Moire), romana (le Parche) e germanica (le Norne). Nell’ultima stanza sono esposti manifesti teatrali del Macbeth di Giuseppe Verdi e poster cinematografici. Una vetrina contiene strumenti per la divinazione di varie epoche e luoghi.
Un altro ambiente, la “Camera picta”, ospita una piccola mostra iconografica dedicata ai rituali di raccolta delle erbe nei tempi passati. Le esposizioni sono curate da Giordano Berti.
Nel Palazzo Del Pozzo – Novelli (Piazza della Chiesa) è ospitata la mostra multimediale e interattiva Luci spente – Lights Out, opera degli studenti di Alma Artis Academy. È una passeggiata virtuale fra le stelle, oscurate dall’inquinamento luminoso delle grandi metropoli.
Si deve agli studenti dell’Alma Artis un’altra mostra, sempre a tema ambientale, intitolata Seconda vita – Second Life, allestita in una cantina in Via Roma 2. In questo caso le installazioni si collegano alla filosofia ecologista, sempre più diffusa in ogni parte del mondo, che suggerisce progetti di riuso dei rifiuti.
Nelle piccole antiche botteghe di Via Roma, allestite scenograficamente dall’art designer Letizia Rivetti, sarà aperto “Abracadabra”, mercato delle cose magiche e inconsuete. Un suggestivo percorso tra profumi seducenti, prodotti di artigianato artistico, oggetti misteriosi, libri magici. Lungo la via sono allestiti i “Salotti delle Sibille”, con tarologhe e veggenti pronte a rispondere alle domande dei visitatori.
Sul prato nel retro della Cà d’la Maestra l’Associazione Airone Bio di Asti (info 339 8018261) allestirà un “Giardino olistico” per esperienze di biodanza, yoga, tai-chi, massaggi olistici e riverberi del tamburo sciamanico.
Non mancherà il cibo, naturalmente. Nel Giardino “Michele Ferrero” in Piazza Baronis, a partire dalle 19:30 si terrà la cena “Alla scoperta dei Sapori dimenticati”, a cura della Associazione Turistica Pro Loco di Gorzegno (info e prenotazione: Giulia 338.7703898 – Simona 366.8941455).
Altrettanto intenso è il programma di Domenica 5 settembre. Si comincerà alle ore 10:00 con l’Esposizione della Pietra di Langa in Piazza Baronis; dimostrazioni pratiche della lavorazione della pietra in campo artistico, edilizio e di arredo urbano, a cura delle maestranze locali.
Nel contempo, su un lato della stessa piazza, si terrà il Mercato dei Profumi e dei Sapori di Langa con le eccellenze del territorio: vini, nocciole, formaggi, miele e altri prodotti di qualità.
Alle 11:00 giungeranno sulla Piazza della Chiesa i falconieri accompagnati da tamburini e musici del Borgo Tanaro di Asti per presentare le attività didattiche . a cura del Circolo Falconeria Maestra che si svolgeranno nello spettacolare accampamento in perfetto stile duecentesco allestito sul Sentiero aleramico che dal centro di Gorzegno conduce al castello. I falconieri illustreranno le caratteristiche e le capacità predatorie dei loro splendidi volatili ammaestrati. L’accampamento sarà visitabile durante tutto l’arco della giornata.
All’ora di pranzo ci si potrà rifocillare nel Giardino “Michele Ferrero”.
Al pomeriggio, alle 15:00, i falconieri, i tamburini e i musici torneranno sulla Piazza della Chiesa per rendere omaggio ai Marchesi del Carretto.
Qui gli sbandieratori del Palio di Asti – Borgo Tanaro si esibiranno in spettacolari schermaglie con le bandiere, seguiti da altri guerrieri che daranno dimostrazioni di scontri con spade e altre armi “bianche”.
Alle 16:30, in Piazza Baronis, l’illusionista Luca Regina darà vita a “MagiComic”, spettacolo di magia comica e visual comedy.
Altri momenti giocosi e spettacolari saranno proposti nei crocicchi di Gorzegno da vari artisti: un mago dei giochi di prestigio, un alchimista, una fabbricante di sapone, un acrobata del fuoco.
Alle 18:00 torna in scena in Piazza Baronis la Compagnia teatrale del Drago Nero con uno spettacolo sui trampoli ispirato alle leggende medievali, con “Draghi, fate, cavalli e cavalieri” che trasporteranno gli spettatori in una dimensione fantastica.
Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito e si svolgeranno nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza e anti Covid.
Organizzazione, promozione e comunicazione : ArtStudioletizia – Asti
Ideazione e direzione artistica : Romano Vola, Letizia Rivetti, Giordano Berti
Allestimenti scenografici : Letizia Rivetti
Consulenze storiche e relazioni con la stampa : Giordano Berti
Social Media : Chiara D’Aurizio – Grafica: Serena Bosca
Coordinamento Pro Loco Gorzegno : Ermanno Robaldo, Stefano Bertola
INFO: gorzegno@reteunitaria.piemonte.it Mobile: 335 1332720 – 348 3942943

https://www.facebook.com/comunegorzegno
https://www.instagram.com/comunegorzegno
Foto e Notizie: Ufficio Stampa ArtStudioLetizia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here