Fiera del Tartufo di Alba 24-25 novembre 2018, le info sull’ultimo weekend

Con il fine settimana del 24 e 25 novembre si chiude l’88a Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, una edizione straordinaria per una produzione di tartufo di grande rilievo

Con il fine settimana del 24 e 25 novembre si chiude l’88a Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, una edizione straordinaria per una produzione di tartufo di grande rilievo, per la quantità e qualità di un pubblico che continua a crescere dall’Italia e dal resto del mondo, perché si configura come un grande evento internazionale capace di coniugare l’offerta enogastronomica di un territorio unico un vasto panorama di proposte per la famiglia, folcloriche e culturali.
Mercato Mondiale del Tartufo
Il Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba si apre al Cortile della Maddalena sabato 24 e domenica 25 novembre dalle 9.30 alle 19.30 con l’esposizione e la possibilità di acquistare per l’ultimo fine settimana il Tuber magnatum Pico, il tartufo nero e i tanti prodotti del panorama di prodotti gastronomici e vitivinicoli del territorio garantiti dal marchio AlbaQualità e certificati dai giudici del Centro Nazionale Studi Tartufo. Con gli stessi orari, nell’area degustazione, il pubblico potrà ancora concedersi un piatto di grande qualità e gusto nel cuore del Mercato insieme ad un grande vino di Langhe, Roero e Monferrato nella Grande Enoteca con l’Associazione Italiana Sommelier – AIS.
Alba Truffle Show
In Sala Beppe Fenoglio nello spazio dell’Alba Truffle Show per tutto il fine settimana sarà protagonista il Friuli Venezia Giulia che, ospite di eccellenza della 88a Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba con il suo ricco patrimonio enogastronomico. Il programma si apre sabato 24 novembre alle 11.00 con lo show cooking intitolato “Conoscere e degustare i prodotti tipici del Friuli Venezia Giulia” dello chef Emanuele Scarello (** Stelle Michelin) (in replica alle ore 13.00), mentre alle 15.00 a cura dell’Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia una presentazione e degustazione dei vini del Friuli Venezia Giulia. Domenica 25 novembre il programma inizia alle 11.00 con un Aperitivo del Friuli Venezia Giulia con prosciutto San Daniele, formaggio Montasio e Ribolla Gialla offerto dai Consorzi del Prosciutto di San Daniele e del Formaggio Montasio e dall’Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia, per proseguire alle 12.00 con una presentazione e degustazione dei vini bianchi della regione.Alle 15.00 un’occasione interessante per conoscere gli olii extravergini di oliva prodotti in Friuli con la guida di Ennio Scarbolo, tecnico ERSA. Si chiude in dolcezza, alle 16.00, con la scoperta della Gubana, dolce tipico friulano accompagnato dal vino Ramandolo.
Per i tanti appassionati il programma dell’Alba Truffle Show offre (con prenotazione sul sito fieradeltartufo.org) le Analisi sensoriali del tartufo, guidate dai giudici di Analisi Sensoriale del Centro Nazionale Studi Tartufo (sabato ore 11.00 e 15.00 e domenica ore 11.00, Cortile della Maddalena) e le Wine Tasting Experience®, organizzate in collaborazione con “Strada del Barolo e grandi vini di Langa”. Sabato alle 17.30 si apre il programma con l’appuntamento in lingua inglese The Taste of the Hills, in replica, in italiano, domenica alle 15.30.
Alba Truffle Bimbi, “da qui è bello guardare la Luna”
Sabato 24 e domenica 25 novembre si chiude al Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” Alba Truffle Bimbi, il padiglione dedicato ai bambini della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Dalle 11.00 alle 19.00, grazie alla fantasia e alla passione di Renato Priolo e dello staff de Le Colline di Giuca, i bambini sono davvero protagonisti di un mondo di giocattoli di legno e di altri materiali naturali per giocare imparando e imparare giocando tante nuove cose su territorio, cucina, antiche tradizioni e molto altro.
Salotto dei Gusti e dei Profumi
Sabato 24 e domenica 25 novembre l’ultimo protagonista de Il Salotto dei Gusti e dei Profumi in Piazza Risorgimento – il sabato dalle 15.00 alle 19.30 e la domenica dalle 10.00 alle 19.30 – profuma di Natale. “Panettoni sotto le Torri” è infatti il titolo dei due giorni che porterà il meglio dei dolci di fine anno prodotti dalle pasticcerie artigianali del territorio albese. Nella elegante struttura prossima al Duomo di Alba tanti appuntamenti e degustazioni di panettone fresco, senza conservanti, realizzato secondo un regolamento tecnico con specifici ingredienti, nelle proporzioni stabilite e seguendo le tecniche della lavorazione artigianale. Anche il pubblico della Fiera potrà assistere a laboratori di decorazione del panettone con l’Istituto Arte Bianca di Neive, il Consorzio di Tutela e Valorizzazione della Pera Madernassa di Guarene e del Roero. E nel fine settimana dedicato a tutelare un prodotto d’eccellenza conosciuto in tutto il mondo come dolce-simbolo delle feste natalizie alle ore 17.00 si terrà l’apertura delle Notti della Natività, il programma di manifestazioni natalizie che animerà Alba dal 1 al 23 dicembre con l’accensione delle luci del pino di Natale di Piazza Risorgimento e l’inaugurazione del Presepe allestito dal Borgo San Lorenzo con la sfilata degli angeli e l’esibizione del gruppo sbandieratori e musici. Il Mercato della terra Slow Food sarà aperto anche in questo fine settimana il sabato dalle 9.00 alle 13.00 e domenica dalle 9.00 alle 20.00 in Piazza Pertinace.
Cultura
In occasione del finissage della mostra “La storia di Nina”, sabato 24 novembre alle ore 21 la Chiesa di San Domenico ospiterà un dialogo tra Ludovico Einaudi e Valerio Berruti moderato dal curatore Arturo Galansino, uno speciale appuntamento in cui musica e arte si fondono e nel quale Ludovico Einaudi suonerà dal vivo il tema scritto appositamente per il progetto “La giostra di Nina”. I biglietti gratuiti per assistere dal vivo all’incontro sono andati esauriti in una manciata di minuti, ma è invece ancora possibile prenotare gli ultimi posti per assistere in diretta dallo schermo allestito nella sala storica del Teatro Sociale di Alba (www.fieradeltartufo.org). Domenica 25 novembre la mostra, che ha registrato un successo straordinario ed è entrata nell’immaginario di tantissimi, è aperta per l’ultimo giorno ad ingresso gratuito dalle 10.00 alle 18.30. “Sono molto soddisfatto della mia mostra albese – dichiara Valerio Berruti – non solo per lo straordinario successo di pubblico ma perché, ora che il mio cortometraggio è concluso e sto iniziando il percorso della partecipazione ai festival internazionali di cinema mi fa infinitamente piacere che tutto sia nato nella mia città, che chi vedrà il cortometraggio possa riconoscere la giostra e ricordarsi l’esperienza vissuta in San Domenico. È un privilegio per me aver lavorato con due grandi professionisti, ognuno nel suo settore, come Arturo Galansino e Ludovico Einaudi. Il finissage sarà un meraviglioso regalo, l’occasione migliore per ascoltare per la prima volta la canzone scritta appositamente per la giostra”
Fino al termine della Fiera negli spazi del Coro della Maddalena (via Vittorio Emanuele II, 19 – Alba) – “Lynn Davis & Patti Smith: conspiracy of word and image” a cura della famiglia Ceretto. Nel meraviglioso coro barocco trovano spazio gli scatti della grande fotografa americana Lynn Davis, che ha lavorato a quattro mani con la cantante e poetessa Patti Smith, in un affascinante progetto che coniuga immagine e parola, icona e poesia. Alla Fondazione Ferrero si può visitare fino al 25 febbraio 2019 la grande collettiva “Dal nulla al sogno – Dada e Surrealismo dalla Collezione del Museo Boijmans Van Beuningen” con la curatela di Marco Vallora: celebri opere di Magritte, Dalí, Max Ernst, presentate in una progressione in gran parte cronologica, ma anche tematica. In mostra emergono i temi che collaborano a distinguere la poetica del Dadaismo da quella del Surrealismo: il caso, il brutto, il sogno, l’inconscio, il rapporto con l’antico, il legame tra arte e ideologia. Continua anche alla Chiesa di San Giuseppe Emilio Vedova dalle collezioni del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea per la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo; la mostra “Alba. Nuove luci sul passato” organizzata in due tappe, una presso il Museo Diocesano e una presso il Museo civico “Federico Eusebio” per aggiornare le conoscenze sulle fasi di vita più antiche di Alba e le più recenti scoperte di archeologia urbana.
Fino al 3 dicembre nella Chiesa di San Giuseppe la mostra “Romano Levi. Grazie che ci siamo incontrati”. celebra Romano Levi, artista, poeta e grappaiolo, in occasione del decennale della morte, attraverso 24 testimonianze di personaggi di diversa estrazione e cultura. Dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 18.30 – sabato e domenica dalle 10.00 alle 18.30.
Prosegue inoltre fino al 10 dicembre in Piazza San Paolo la mostra “Visioni di Langa” organizzata dal Museo permanente dedicato al beato Giacomo Alberione, fondatore del gruppo editoriale San Paolo, con disegni e pitture di Luigi Carbone. La mostra è aperta con ingresso libero martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Sabato e domenica dalle 15.30 alle 18.
Continua sino al 30 giugno 2019 la mostra di archeologia urbana “Alba. Nuove luci sul passato” organizzata dal Museo Diocesano e Museo Civico “Federico Eusebio” organizzata in due tappe, una presso il Museo Diocesano e una presso il Museo civico “Federico Eusebio”. L’esposizione costituisce l’occasione per aggiornare le conoscenze sulle fasi di vita più antiche di Alba attraverso l’esposizione delle più recenti scoperte di archeologia urbana che hanno destato l’interesse e la curiosità dei cittadini albesi negli ultimi 10 anni. Museo civico “Federico Eusebio”, dal martedì al venerdì: 15.00 – 18.00. Sabato, domenica e festivi 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00. Museo Diocesano: dal martedì al venerdì: 15.00 – 18.00 sabato e domenica 14.30 – 18.30. Anche per quest’ultimo fine settimana è possibile prendere parte ai tour di Alba Sotterranea (prenotazioni obbligatorie entro il giorno precedente: www.ambientecultura.it sezione ALBA SOTTERRANEA o tramite sms al 339 7349949 o 342 6433395)
Altri eventi
Prosegue fino al 25 novembre la XXXVII Fiera del Tartufo Bianco e dei vini del Roero di Vezza d’Alba in collaborazione con l’Associazione Turistica Pro Loco, il Centro Nazionale Studi del Tartufo di Alba, l’Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero e l’Associazione Trifulau Albese. La Fiera è una grande occasione per promuovere il territorio Roero nei suoi aspetti paesaggistici, storici ed economici.
Durante i due weekend di Fiera, Vezza d’Alba offre ai visitatori decine di iniziative: dal Mercato del Tartufo Bianco a quello dei prodotti tipici; dalle degustazioni dei vini di Vezza e del Roero alle mostre artistiche; dalla ricerca simulata del tartufo nella Tartufaia Didattica di Vezza alle camminate gastronomica a cura della Pro Loco. Il programma completo è disponibile sul sito del Comune di Vezza d’Alba www.comune.vezzadalba.cn.it
Domenica 25 novembre lo chef Stefano Paganini, patron del ristorante Alla Corte degli Alfieri nonché chef premiato sul palco di Chef Awards 2018, sarà il protagonista della prima tappa di Italian Tour, un’opportunità per promuovere e far conoscere da vicino la cucina dello chef attraverso la creazione di una “ricetta” condivisa, basata sull’autenticità della tradizione, dei prodotti locali e del territorio. Protagonista è naturalmente il Tartufo Bianco d’Alba: grazie alla collaborazione con la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba sarà lo stesso chef, seguito dalle videocamere di Chef Award, a selezionare i migliori tartufi al Mercato Mondiale per poter preparare una ricetta per il menù del ristorante Alla Corte degli Alfieri di Magliano Alfieri.
Continua fino al 16 dicembre Creativamente Roero, progetto di residenze d’artista fra i borghi e i castelli del Roero a cura di Patrizia Rossello con opere di Simone Martinetto, Daniele Ratti e Saverio Todaro. Il tema del lavoro, filo conduttore della prima edizione del programma di residenze nel Roero, è stato declinato in un percorso di visita tra Borghi e Castelli dai tre artisti invitati secondo punti di vista differenti e differenti linguaggi: Simone Martinetto, a Govone, ha realizzato una video-installazione sul rapporto tra educazione e lavoro nelle vigne, incentrando la sua ricerca sulla trasmissione dei saperi; Daniele Ratti, a Guarene, ha valorizzato la Pinacoteca e la storia dell’arte qui racchiusa ispirandosi a un’opera di Dario Treves e creando un set fotografico aperto al pubblico, vero protagonista della mostra, promuovendo situazioni innovative di condivisione; Saverio Todaro, a Castellinaldo, è stato elemento di sintesi tra questi magnifici luoghi, la loro storia e il paesaggio attraverso la produzione di un’opera di arte pubblica fruibile in un museo all’aperto.
Il percorso d’arte sarà aperto fino al 16 dicembre. Tutte le info su www.creativamenteroero.it
Per tutta la durata della Fiera Taste Alba – Prenditela con gusto! Propone ogni venerdì e sabato pomeriggio alle 17.00 una speciale passeggiata nel centro storico di Alba in compagnia di un Narratore del Vino®, uno speciale personal food shopper che guiderà in un percorso tra storia e monumenti della città, degustando i prodotti più rinomati delle nostre colline: il Tartufo Bianco d’Alba, la Nocciola Piemonte IGP Tonda e Gentile delle Langhe e i vini di Langhe Roero.
I tour partono alle 17.00 presso l’Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero (Piazza Risorgimento, 2 – Alba)
Per info PIEMONTE ON WINE Tel. +39.0173.635013 info@piemonteonwine.it – www.piemonteonwine.it
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Fiera del Tartufo di Alba

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here