Rassegna Cinema afroamericano “Black Power” Cinema Massimo Torino 18-30 settembre 2020, info

Al via la rassegna dedicata al cinema afroamericano “Black Power” che inaugura con una serata speciale con la sonorizzazione dal vivo di Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz del film Within our Gates

Al via la rassegna dedicata al cinema afroamericano “Black Power” che inaugura con una serata speciale con la sonorizzazione dal vivo di Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz del film Within our Gates.
Il Museo Nazionale del Cinema propone al Cinema Massimo dal 18 al 30 settembre una rassegna dal titolo Black Power. Appunti per una storia del cinema afroamericano. Si inizia con una serata speciale il 18 settembre alle ore 21.00 in Sala Uno Cabiria con la proiezione di Within Our Gates di Oscar Micheaux, film creduto perduto e poi recuperato in Spagna negli anni Settanta. Una vibrante risposta all’intolleranza, opera necessaria per riscrivere la Storia del Cinema non-solo-bianca. Il film sarà sonorizzato dal vivo da Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz.
La rassegna, dal 19 al 30 settembre in Sala Soldati, prosegue con altri nove titoli a tappe e in forme stratificate, e si amplia in un caleidoscopio di espressioni e tensioni, aspirazioni, ideologie. Il cinema afroamericano è politico anche quando appare leggero, leggero anche quando lancia sassi pesanti.
Ingresso euro 6.00/4.00
Programma
Oscar Micheaux
Within Our Gates
(Usa 1920, 79’, HD, b/n, did.or. sott.it.)
Sylvia Landry visita la cugina Alma nel nord del Paese, mentre aspetta il ritorno del fidanzato Conrad. Non sa che Alma ama a sua volta Conrad e che farà in modo di mettere la cugina in una situazione compromettente. Il primo film afroamericano sopravvissuto, diretto dal primo regista afroamericano che la storia del cinema conosca, è una presa di coscienza della black community che sarà poi portata alla ribalta con ancora maggior fragore da Melvin van Peebles in Sweet Sweetback’s Baadasssss Song.
Ven 18, h. 21.00 – Sala Uno – Il film sarà sonorizzato dal vivo da Riccardo Tesio (Marlene Kuntz)
Melvin van Peebles
Sweet Sweetback’s Baadasssss Song
(Usa 1971, 97’, HD, col., v.o. sott.it.)
Pochi titoli possono essere considerati rivoluzionari come Sweet Sweetback’s Baadasssss Song, terzo lungometraggio da regista per Melvin van Peebles. Una messa alla berlina di tutto l’apparato di potere – anche d’immaginario – bianco, che parte dalle teorie del Black Panther Party senza mai dimenticare la necessità della fabula, e della mitologia.
Sab 19, h. 18.30/Dom 27, h. 16.00
Michael Shultz
Car Wash
(Usa 1976, 97’, HD, col., v.o. sott.it.)
La “stazione di servizio” di Mr. B. apre una mattina con il solito Lonnie, ex carcerato che si dà da fare per mantenere la famigliola, tutto il pittoresco campionario di inservienti e l’immancabile Duane in ritardo. A parte il padrone e suo figlio lrwin, solo la cassiera Marsha è bianca. Tutti lavorano scherzando e danzando al suono di una radio locale.
Sab 19, h. 21.00
Charles Burnett
To Sleep with Anger
(Usa 1990, 102’, HD, col., v.o. sott.it.)
Terzo lungometraggio di Charles Burnett, con un imponente Danny Glover nei panni dell’enigmatico vagabondo del sud Harry, diabolico incantatore che irrompe nella vita dei suoi vecchi amici. La sua presenza pare lanciare un incantesimo caotico su quella che sembrava essere una famiglia pacifica. Un ritratto di resilienza familiare intriso delle tradizioni del misticismo e del folklore afroamericani.
Dom 20, h. 18.30/Dom 27, h. 18.30
Julie Dash
Daughters of the Dust
(Usa 1991, 113’ HD, col., v.o. sott.it.)
All’alba del XX secolo, una famiglia multi-generazionale nella comunità di Gullah, nelle Sea Island al largo della Carolina del Sud, formata da ex schiavi dell’Africa occidentale, adotta le tradizioni dei loro antenati yoruba. Lottano per mantenere il loro patrimonio culturale, ma al tempo stesso si preparano a trasferirsi sulla terraferma, ancora più lontana dalle loro radici.
Ven 25, h. 16.00/Mar 29, h. 21.00
Ernest Dickerson
Juice
(Usa 1992, 95’, HD, col., v.o. sott.it.)
Bishop (Tupac Shakur), Q (Omar Epps), Raheem (Khalil Kain) e Steel (Jermaine Hopkins) sono quattro amici di Harlem che trascorrono le loro giornate saltando la scuola, litigando e mettendo a segno piccoli furti. Q sogna di diventare un deejay, ma Bishop rovina ogni ambizione comprando una pistola per compiere una rapina.
Ven 25, h. 18.30/Mar 29, h. 16.00
Haile Gerima
Sankofa
(Usa 1993, 125’, 35mm, col., v.o. sott.it.)
Sankofa è una parola akan che significa: “ritornare al passato e rivolgersi al futuro”. Mona, una top-model americana, viene posseduta dagli spiriti della fortezza di Cape Coast in Ghana, viaggia nel passato e s’incarna in Shola, schiava di una piantagione di canna da zucchero del Nord America costretta a subire le brutalità del suo padrone. Alcuni, però, si ribellano contro il sistema schiavistico e così farà anche lei.
Ven 25, h. 21.00/Mar 29, h. 18.30
George Tillman Jr.
Il coraggio della verità – The Hate You Give
(Usa 2018, 132’, HD, col., v.o. sott.it.)
Starr è una sedicenne con due identità ben distinte: a scuola è la studentessa modello che si mescola allegramente ai compagni benestanti e bianchi; a casa, nel quartiere all black di Garden Heights, torna a essere la ragazzina cresciuta fra barbeque e lezioni di sopravvivenza. Cosa fare quando un poliziotto ti ferma mentre sei in auto?
Sab 26, h. 16.00
Reinaldo Marcus Green
Monsters and Men
(Usa 2018, 95’, HD, col., v.o. sott.it.)
Quando a Brooklyn un afroamericano disarmato viene ucciso dopo una banale lite con le forze dell’ordine, uno studente che ha ripreso l’aggressione con il suo smartphone mette in rete il video suscitando l’indignazione del quartiere e l’allarme dei poliziotti. Ognuno dei personaggi coinvolti in questa storia reagisce all’accaduto in modo diverso, secondo la propria coscienza. Opera prima di Reinaldo Marcus Green, Premio Speciale della Giuria al Sundance Film Festival.
Sab 26, h. 18.30/Mer 30, h. 21.00
Kasi Lemmons
Harriet
(Usa 2019, 125’, HD, col., v.o. sott.it.)
La storia dell’eroina afro-americana Harriet Tubman, nata schiava e scappata attraverso un sistema intricato di passaggi e case segreti conosciuti come la Underground Railroad. La sua lotta ha portato alla libertà nel Nord più di 300 schiavi, e ha lottato contro l’Unione durante la Guerra Civile.
Dom 27, h. 21.00/Mer 30, h. 16.00
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Museo del Cinema di Torino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here