Rievocazione Storica assedio Canelli 20-21 giugno 2015, programma della grande festa aperta a tutti

canelliSabato 20 e domenica 21 giugno l’appuntamento è “l’Assedio di Canelli”. La rievocazione parte dal ricordo di quanto accaduto nel 1613 con la città astigiana che ritornerà nel seicento per questa due giorni.

 

SABATO 20 – Si comincia dalle 16,00 con la situazione in città tranquilla ed i bambini che giocano, ma dalle 17,00 si comincia con l’arrivo dei Mantovani che avvertono del pericolo. I contadini scappano all’interno delle mura e i militari tentano un primo salvataggio della città, ma è assedio.

– Dalle 17,30 il podestà e l’eroe cominciano ad organizzare le prime difese della città, ma un manipolo di mercenari riesce ad entrare ed a rapire proprio la figlia del podestà.

– Dalle 18,30 vi è il consiglio di guerra con la prima battaglia. Alle 21,00 la processione dei penitenti è l’ultimo tentativo di far ragionare il nemico, ma le suppliche vengono ignorate e il corteo sale la Sternia, dove, si dice, si stia svolgendo il sabba delle streghe.

– Dalle 22,00 sulla cima della Sternia, le streghe compiono i riti del “sabba”, con l’ausilio di ballerine invasate. Il demonio viene evocato e si manifesta, prendendo possesso delle streghe stesse e di altri personaggi. Giunge il corteo dei religiosi. Le streghe compiono vari malefici e terrorizzano le persone su e giù dalla Sternia. Alla fine vengono catturate e riportate alla cima, dove si svolge il processo e viene eretto il rogo. Ma l’esorcista, riesce, seppur con molta fatica, a liberarle dal demonio. Tutte, tranne Amalia, che fugge, protetta dagli artisti del fuoco, urlando “Brucia, Canelli, brucia!!!” A quel punto inizia lo spettacolo del fuoco e la chiesa di San Rocco si incendia!

 

DOMENICA 21 – Si ricomincia dalle 10,00 con i due eserciti che si preparano alla battaglia. Alle 10,30 l’eroe galvanizza il popolo incitandolo a difendere la città.

– Dalle 11,00: Nonostante l’eroismo, i militari canellesi, soverchiati da preponderanti forze, vengono accerchiati. Ma, ecco che giunge l’eroe alla testa del popolo! L’esercito nemico è sbaragliato! Il feroce braccio destro del Duca di Mantova cade ferito dall’eroe e viene finito dall’intervento dei cerusici. Il Duca e la contessa cadono prigionieri insieme ad alcuni ufficiali! Vengono rinchiusi in mutande nelle gabbie mobili e portati in giro per la città, tra lo scherno del popolo! Si annuncia che nel pomeriggio il Duca di Savoia, che intanto giunge in pompa magna, deciderà il loro destino. Naturalmente le fanciulle rapite vengono liberate.

– Alle 12,30 vi è il tradizionale pranzo della vittoria a cui seguirà, alle 15,00, la lettura dell’editto e la distribuzione delle onorificenze. Ha inizio il torneo di scherma e la disfida della carra.

– Dalle 17,00 vi è il processo. Si risale la Sternia con i prigionieri legati e in mutande. Alla cima li attende la forca! Viene messo loro il cappio al collo, ma, il frate, intercede, e convince i canellesi e il Duca a graziarli. Liberati, abbandonano mestamente la città, dopo essere stati cosparsi di cenere.

– Alle 18,00 premiazione per il torneo di scherma. Alle 19,00 viene officiato il matrimonio tra la figlia del podestà e l’eroe con canti e balli. L’eroe riceve dal Duca il titolo di conte. Grande banchetto di matrimonio! Presenti anche il duca e la Duchessa di Savoia.

– La strega, alle 21,00,  viene finalmente catturata e condotta al rogo. Ma questa volta padre Rinaldo riesce a liberarla dal demonio.

– Alle 22,00 Grande festa finale con coro, balli, musica ecc. Il Duca e il podestà ringraziano tutti, i militari, il popolo e i turisti, per l’eroico aiuto. Gli artisti del fuoco eseguono un finale di circa 15 minuti. Tutti i personaggi in costume si schierano davanti al coro, e, tutti insieme, effettuano un grande inchino, scandendo forte un grazie.

 

INFO –  Per ulteriori info è disponibile il sito canellieventi.it

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Intervista a Nick Catanese, il chitarrista italoamericano si racconta a CronacaTorino

Intervista a Henry Padovani, la storia del Secret Police Man raccontata a CronacaTorino

Intervista a Ted Nugent, il geniale chitarrista si racconta a CronacaTorino

Intervista a John Macaluso, la storia di un batterista fuori dal comune

Di Redazione

Foto: wikimedia.org