Saluzzo Monviso 2024, il 14 e 15 ottobre due giorni per presentare il dossier di candidatura a Capitale italiana della cultura 2024

“Una montagna di futuro” è il titolo del dossier di candidatura di Saluzzo con le Terre del Monviso a Capitale italiana della cultura 2024

saluzzo-monviso-2024-14-15-ottobre-due-giorni-presentare-dossier-candidatura-capitale-italiana-cultura-2024SALUZZO – “Una montagna di futuro” è il titolo del dossier di candidatura di Saluzzo con le Terre del Monviso a Capitale italiana della cultura 2024. Con un grande evento di coesione sociale che guarda alla tradizione ma anche al futuro, in programma da giovedì 14 a venerdì 15 ottobre, si vuole presentare il frutto di un lavoro, inclusivo e partecipato, lungo dieci mesi, per continuare il percorso intrapreso di condivisione con tutti i cittadini e le realtà del territorio di un progetto comune.

Il primo appuntamento Una montagna di progetti è in programma giovedì 14 ottobre alle ore 15,30. Nello Spazio Arena Piemonte del Salone Internazionale del Libro di Torino (pad. 2) saranno presentati il dossier di candidatura e la prima edizione Festa del libro medievale e antico di Saluzzo Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, la nuova manifestazione libraria per adulti e ragazzi dedicata alla cultura e storia medioevale del 23-24 ottobre.

A seguire, dalle ore 18, a Saluzzo, inizierà una grande festa partecipata che continuerà fino alle ore 12 del giorno successivo. Ad “aprire le danze”, nel vero senso della parola, Una montagna di musica con le bande occitane impegnate in concerti, danze e in un’esibizione collettiva alle ore 19, affiancate dal laboratorio di passi tradizionali (courente, balet, gigo) a cura di Daniela Mandrile.

Alle ore 20,45 al Cinema Teatro Magda Olivero di Saluzzo Una montagna di idee. Qui sarà presentato il dossier di candidatura di Saluzzo con le Terre del Monviso a Capitale Italiana della Cultura 2024 e sarà consegnato ai rappresentanti delle scuole medie delle Terre del Monviso Cittadini si diventa, il quaderno di educazione civica realizzato dal Rotary Club distretto 2032 con il Coordinamento nazionale enti locali per la pace. A seguire, alle ore 21, il primo appuntamento di Saluzzo con le Terre del Monviso candidata a Capitale italiana della cultura 2024: lo scrittore e giornalista triestino Paolo Rumiz, in occasione della pubblicazione del libro “Canto per l’Europa”, dialoga con il regista e documentarista Fredo Valla. L’evento, in collaborazione con Feltrinelli e con Trame di Quartiere biblioteca Lidia Beccaria Rolfi, sarà trasmesso in streaming.

Venerdì 15 ottobre l’appuntamento è con Una montagna di futuro alle ore 10 quando circa 800 bambini e ragazzi di Saluzzo e delle terre del Monviso daranno vita all’opera collettiva, a cui hanno lavorato in queste settimane, lanciando in aria dei grandi palloni blu su cui hanno inciso le lettere che compongono le parole chiave che rappresentano la loro “Montagna di Futuro”. Simbolicamente le loro parole arriveranno ai Sindaci rappresentanti dei 72 comuni sostenitori della candidatura, anche transfrontalieri, tutti presenti con la fascia tricolore. L’atto dimostrativo e ideale diventa così reale con la “consegna” delle parole che secondo i bambini e i ragazzi rappresentano il futuro della montagna ai responsabili delle amministrazioni che hanno il compito di farsene carico per progettare il futuro del territorio.

“Questi due giorni di festa rappresentano una tappa importante nel percorso di candidatura – sottolinea Mauro Calderoni, Sindaco di Saluzzo. Stiamo lavorando per inserire nel dossier i tantissimi stimoli che sono arrivati dal territorio, sia negli incontri sia nel town meeting, tutti molto partecipati. Il dossier rappresenta un patrimonio di idee che appartiene a tutti e che non andrà disperso, indipendentemente dall’esito della candidatura. Giovedì sera la conversazione tra Fredo Valla e Paolo Rumiz ci permetterà di vivere in anteprima una serata da Capitale ma mi preme evidenziare soprattutto la consegna dei Quaderni di educazione civica realizzati con il Rotary e il flash mob delle scuole in programma venerdì: sono due passaggi dal forte valore simbolico, che rendono concreta l’idea alla base di “Una montagna di futuro”. Quello che però bisogna ricordare, è che il percorso di candidatura non finisce qui. Dopo la consegna del dossier, i territori candidati passeranno al vaglio della commissione e sarà importante dimostrare più che mai che Saluzzo e le Terre del Monviso vogliono questo titolo per raccontare che la montagna è una parte importante della vita del nostro Paese”.

Per prenotare la partecipazione a:

laboratori di danza con Daniela Mandrile: dani.mandrile@gmail.com – 3397950104

incontro al Teatro Madga Olivero cinemateatromagdaolivero.it

Tutti i link e le informazioni per le prenotazioni si trovano anche sul sito www.saluzzomonviso2024.it nella pagina Attività.

PROGRAMMA

Giovedì 14 ottobre 2021, ore 15,30

Una montagna di progetti

Salone internazionale del libro di Torino – Spazio Arena Piemonte Pad.2

Presentazione del dossier e della Festa del libro medievale e antico di Saluzzo Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori (23 e 24 ottobre 2021)

Giovedì 14 ottobre 2021, dalle 18 alle 19,30

Una montagna di musica

Le bande occitane si ritrovano nelle vie e nelle piazze di Saluzzo

Laboratorio di danze occitane con Daniela Mandrile

Giovedì 14 ottobre 2021, ore 20,45

Saluzzo, Teatro Madga Olivero -via Palazzo di Città, 15

Una montagna di idee

Presentazione del dossier di candidatura e dei Quaderni di educazione civica realizzati in collaborazione con il Rotary distretto 2032.

A seguire, dialogo tra Paolo Rumiz e Fredo Valla, primo appuntamento di Saluzzo Monviso 2024 (in collaborazione con Feltrinelli e con Trame di Quartiere biblioteca Lidia Beccaria Rolfi).

Venerdì 15 ottobre 2021, ore 10

Una montagna di futuro

Flash mob delle scuole di Saluzzo Monviso 2024 nelle vie e nelle piazze di Saluzzo

Incontro dei Sindaci del territorio di candidatura

Info

www.saluzzomonviso2024.it

Fb e IG: @saluzzomonviso2024

#saluzzomonviso2024

#CIDC2024

Ufficio stampa

laWhite
Foto credit Pietro Battisti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here