SEEYOUSOUND International Music Film Festival prosegue fino al 24 febbraio

Tutte le informazioni utili per gli appassionati

seeyousound-international-music-film-festival-prosegue-24-febbraio
ITALO DISCO_Johnson Righeira © Alpenway Media

Continua fino al 24 febbraio SEEYOUSOUND International Music Film Festival, il primo festival italiano dedicato al cinema a tematica musicale, che porta al Cinema Massimo MNC di Torino il suo inconfondibile mix di suono e immagini.

In programma per questa ottava edizione 67 film tra lunghi, documentari, film brevi e videoclip – di cui 24 anteprime italiane -, che celebrano sul grande schermo l’amore per la musica abbracciando i generi più differenti: pop, rock, musica classica, jazz & blues, soul, trap, punk, heavy metal, electro, disco music & more…

Tra i titoli in anteprima italiana – martedì 22 febbraio alle 21.00 – Italo Disco. The Sparkling Sound of 80’s di Alessandro Melazzini che racconta l’epopea di un genere made in Italy tanto commerciale quanto avveniristico che fece ballare tutto il pianeta. Righeira, Savage, Gazebo, Baltimora, Sabrina Salerno, Jo Squillo, sono alcuni degli indimenticabili nomi di un’epoca di ritmi sfrenati.

A presentare il film, il regista Alessandro Melazzini che per l’occasione sarà accompagnato da JOHNSON RIGHEIRA, SAVAGE, IVO GERMANO, il compositore LUCA VASCO e altri artisti.

Italo Disco immerge lo spettatore nell’universo musicale in cui milioni di giovani europei negli anni ‘80 si abbandonavano al ritmo scatenato di una musica fatta di melodie sintetiche e accattivanti, testi inglesi più o meno bizzarri, ritmi elettronici coinvolgenti e videoclip visionari. Erano brani cibernetici alimentati dai sogni e dalle speranze di giovani musicisti capaci di sfornare del pop strabiliante, muovendosi sempre a cavallo tra il trash e l’eccellenza. Era il mondo della Italo Disco: nato in Italia e rinforzato in Germania, fece ballare tutto il pianeta!

Nel raccontare la nascita e lo sviluppo di un genere musicale dalle molteplici anime, questo documentario approfondisce gli aspetti creativi, economici e produttivi di quella che è stata anche industria musicale e fenomeno sociale. Nel farlo unisce una approfondita ricerca d’archivio con interviste ad artisti e protagonisti dell’epoca (Carmelo La Bionda, Michelangelo La Bionda, Sabrina Salerno, John Savage, Johnson Righeira, Pierluigi Giombini, Linda Jo Rizzo, Daniele Baldelli, DJ Hell, Mathias Modica). Il suono scintillante degli anni ‘80, accompagna lo spettatore alla scoperta di un suono tanto commerciale quanto avveniristico. Il suono di un’epoca molto spesso raccontata, ma non sempre davvero capita.

Di nuovo on the floor giovedì 24 febbraio alle 21.45 con Riviera Clubbing di Luca Santarelli (ospite in sala), viaggio alle origini della dance music adriatica, del fenomeno del djing e del clubbing rivierasco che da metà anni ‘70 a fine anni ‘90 ha conquistato il mondo intero. Un’ampia panoramica sul contesto storico-culturale di quegli anni, di quella parte di territorio che da Rimini arriva fino a Gabicce. La riviera come scena clubbing si è imposta in quel periodo all’attenzione del mondo intero al pari di piazze come Londra, New York, Chicago, Francoforte, Ibiza spesso entrando spesso in connessione con esse. Diversi artisti come i mitici Bob e Tom della Baia, Tony Humpries, Frankie Knukles, Dave Morales, Lenny Dee e Marc Arcadipane aka PCP, solo per citarne alcuni, hanno trovato nei club locali un habitat ideale dove mostrare il proprio talento, ma anche una fonte di ispirazione.

Italo Disco. The Sparkling Sound of 80’s e Riviera Clubbing fanno parte della rassegna INTO THE GROOVE – curata dal direttore artistico Carlo Griseri e dal vicedirettore Alessandro Battaglini – da sempre anima “pop” del festival con in programma 11 film di cui 6 anteprime italiane, 5 proiezioni speciali e 2 sonorizzazioni live per un totale di 18 proiezioni in cui immergersi a pieno respiro.

BIOGRAFIA MELAZZINI (Italo Disco. The Sparkling Sound of 80’s)

Alessandro Melazzini è un documentarista italo-tedesco. Vive a Monaco di Baviera, è nato a Sondrio e si è laureato in economia politica alla Bocconi di Milano e in filosofia ad Heidelberg. Dopo aver lavorato come autore, giornalista e traduttore freelance ha autoprodotto nel 2010 il suo primo film documentario e fondato la propria casa di produzione: Alpenway Media GmbH. Come regista e/o produttore di documentari collabora con RAI, ARD, ZDF e ARTE. I suoi film si caratterizzano per una estrema ecletticità, spaziando per esempio dal racconto della vita e delle gesta di Ilona Staller (Cicciolina. L’arte dello scandalo) alla descrizione dell’arte e della spiritualità cistercense (L’eredità dei cistercensi in Italia). Per il suo impegno imprenditoriale come cittadino migrante nel 2015 il comune di Monaco di Baviera ha conferito ad Alessandro Melazzini il Premio Phönix. Si muove spesso tra le Alpi, una ragione per cui ha chiamato la sua società Alpenway, e un simbolo per il suo costante desiderio di attraversare i confini.

BIOGRAFIA SANTARELLI (Riviera Clubbing)

Luca Santarelli nasce a Rimini nel 1966 ma la sua carriera nel cinema non ha nulla a che vedere con il suo illustre concittadino Federico Fellini. Laureato in Scienze Politiche all’Università di Bologna, il suo lavoro si svolge principalmente nel campo della vita notturna. La passione per la musica lo avvicina ai locali della sua città, prima con lavori come barista e addetto alla sicurezza, poi come organizzatore di eventi. La sua formazione decolla da rock club come Slego, storico locale situato a nord di Rimini nel pieno della rivoluzione punk, dove negli anni si esibiranno band come Ramones e Blur, solo per citarne alcuni. Ma è verso la fine degli anni ’80 con l’avvento della musica house, poi della techno, che la sua passione per il clubbing ha un impatto decisivo su di lui. Il documentario Riviera Clubbing è un’opera dettata dalla sua trentennale esperienza nel mondo del clubbing.

I biglietti sono sono acquistabili all’indirizzo bit.ly/SYS8_Tickets e alle casse del Cinema Massimo MNC (biglietto singolo 8,00€/6,00€ – abbonamento 40,00€/35,00€ – abbonamento sostenitore 60,00€).

SEEYOUSOUND è organizzato da Associazione Seeyousound, in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema di Torino con il patrocinio di Ministero della Cultura, Regione Piemonte, Città di Torino, con il contributo di Fondazione CRT, Camera di Commercio di Torino. Main Sponsor Diplomático Rum.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here