“Le Signore della Corte” alla Palazzina di Caccia di Stupinigi

Per la Festa della Donna un omaggio alle figure femminili

signore-corte-palazzina-caccia-stupinigiPrincipesse, regine, dame di corte, istitutrici, femme de chambre, inservienti. Per la Festa della Donna, la Palazzina di Caccia di Stupinigi rende omaggio, domenica 6 marzo, alle figure femminili che hanno caratterizzato la sua storia con la visita guidata “Le Signore della Corte”.

Un viaggio nel ruolo delle donne nella società dal XVII al XX secolo, letto attraverso le personalità che sono state protagoniste della vita di corte: regine e principesse, ma anche dame di compagnia, istitutrici e inservienti. La Palazzina ha ospitato il matrimonio di Maria Teresa, figlia di Vittorio Amedeo III, con il conte Carlo d’Artois, poi Re Carlo X di Francia, e di Maria Carola nel 1781 con il principe Antonio Clemente, diventato Re di Sassoia, ma anche quello di Vittorio Emanuele II con Maria Adelaide di Lorena nel 1842 e di Amedeo di Savoia con la principessa Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna nel 1867.

Donne, future mogli e amanti di Casa Savoia hanno inoltre soggiornato nelle sue stanze, come Anne Marie Borbone-Orleans, descritta come una delle donne più amabili e virtuose del suo tempo, o Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone, donna di documentata bellezza e fascino, irrequieta, amante dello sfarzo e della vita di corte che soggiornò a Stupinigi con il marito Camillo Borghese e Giuseppina di Beauhamais, prima moglie dell’imperatore Napoleone, fino all’ultima abitante della Palazzina, la Regina Margherita.

INFO

Domenica 6 marzo, ore 15.45

Palazzina di Caccia di Stupinigi

piazza Principe Amedeo 7, Stupinigi – Nichelino (TO)

Prezzo visita guidata: 5 euro

Biglietto: intero 12 euro, ridotto 8 euro

Gratuito minori di 6 anni, possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Royal Card

www.ordinemauriziano.it

Prenotazione obbligatoria per la visita guidata (entro venerdì) al numero:

011 6200634

Ufficio stampa Reverse

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here