“Storia di una pennuta” allo Spazio Kairòs

Il 19 dicembre al Teatro di via Mottalciatta 7 prende vita il libro di Paola Mastrocola

storia-pennuta-spazio-kairosTORINO – Rivive allo Spazio Kairòs, in via Mottalciatta 7, il romanzo di Paola Mastrocola “Che animale sei? Storia di una pennuta”. Domenica 19 dicembre alle 16 il nuovo teatro cittadino che sta prendendo forma tra Aurora e Barriera di Milano, e che sarà inaugurato a gennaio 2021, nell’ottica di presentarsi alle famiglie presenta “Storia di una pennuta”. Organizza il pomeriggio, che prevede anche la merenda dopo lo spettacolo, la compagnia torinese Onda Larsen.
Per la drammaturgia di Oliviero Corbetta, Stefania Rosso e Daniela Vassallo, “Storia di una pennuta” è messo in scena da Liberi Pensatori “Paul Valery”. Sul palco Stefania Rosso e Daniela Vassallo per la regia di Oliviero Corbetta. Biglietto unico per tutti gli spettacoli a 5 euro, prenotazioni scrivendo a biglietteria@ondalarsen.org.

Lo spettacolo per famiglie

Mille sono le domande che la piccola pennuta comincia a porsi dal momento in cui George, un giovane castoro, a sua volta le chiede: “Ma tu, che animale sei?”. Da quel momento inizia anche il suo viaggio per le strade del mondo, percorso che metterà la piccola protagonista in contatto con molti altri animali, alcuni buoni e gentili, altri decisamente meno. E proprio come accade nella vita, saranno proprio queste conoscenze a fornire alla pennuta l’occasione di crescere e di sciogliere l’enigma relativo alla propria identità.

Favola gentile e delicata, Storia di una pennuta, nel nostro allestimento, si affida all’ingenua semplicità espressiva dei pupazzi. Da una grande e magica valigia si affaccia il variopinto universo attraversato dalla paperina durante il suo percorso di conoscenza; ed è un universo che somiglia molto al mondo nel quale gli esseri umani vivono; di esso ne rispecchia i vizi evidenti e le virtù più nascoste e si rivela, alla fine, circoscritto in un perimetro molto ristretto, una volta osservato dall’alto del primo volo.

Invece per le vacanze di Natale è stato scelto “Niko e l’onda energetica” (il 27, 28, 29 e 30 dicembre alle 18) di e con Paolo Arlenghi e Matteo Cionini, uno spettacolo interattivo e multimediale che parla di energie rinnovabili e cambiamenti climatici attraverso il coinvolgimento diretto, ludico ed emotivo. Già aperte le prenotazioni via mail scrivendo a biglietteria@ondalarsen.org.

La nostra civiltà è ormai ad un bivio: continuare a sfruttare le vecchie risorse energetiche fossili, danneggiando sempre di più questo pianeta che è la nostra casa, oppure proiettarsi nel futuro e sfruttare tutte le risorse naturali che ha sempre avuto a disposizione: sole, aria, acqua, terra.

Sembra una scelta ovvia. Eppure è un cambiamento che trova ancora molte resistenze, ed una certa indifferenza tra le persone. Chiunque di noi può dare un grande contributo, iniziando ad attuare comportamenti virtuosi e scelte ponderate. Se si parla di futuro, del nostro futuro, non possiamo che parlare delle nuove generazioni. “Niko e l’Onda Energetica” nasce proprio con questo obiettivo: parlare agli adulti del futuro di quanto siano importanti le scelte di ognuno.

“Niko e l’Onda Energetica” è una favola moderna. Una storia avvincente di crescita e di consapevolezza. Il linguaggio scenico dello spettacolo è reso estremamente coinvolgente ed appassionante grazie all’interazione con immagini video proiettate: l’attore in scena interagisce con uno schermo di 4×3 metri, in cui vengono proiettate grafiche animate che sono il linguaggio visuale più moderno ed usato nel mondo del web e dei social network. Questo consente immediata familiarità ed interesse. L’interazione in scena con tali immagini provoca stupore e fascinazione.

UFFICIO STAMPA ONDA LARSEN

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here