Gite e itinerari per il weekend, a Genova tra palazzi storici, caruggi, passeggiate tra i moli, l’immancabile Acquario e molto altro

Affacciata sul mare, circondata da un anfiteatro di colline che salgono rapidamente verso l’Appennino, impreziosita dai tanti monumenti che testimoniano le vicende che l’hanno vista protagonista, Genova è una città che bisogna scoprire e capire, prima di poterne cogliere essenza e fascino.

 

Per raggiungere Genova da Milano dovrete percorrere i 140 chilometri della A7, mentre da Torino dovrete prendere la A21 fino ad Alessandria, poi la A26 fino a Voltri e la A10 fino al centro della città, per un totale di 170 chilometri. Se vorrete, tuttavia, potrete anche scegliere il treno, con comodi e frequenti convogli diretti, che vi porteranno direttamente nel cuore di Genova liberandovi da ogni problema di traffico e parcheggio.

 

Lasciata l’auto all’interno delle comode aree per la sosta di piazza della Vittoria, o scesi dal treno a Brignole, dopo aver ammirato la bella prospettiva che oltre i giardini guarda a sud verso il mare, ed a nord verso le fortificazioni che coronano la Valle del Bisagno, percorriamo Via XX Settembre, la strada dello shopping, deviando di tanto in tanto nei vicoli che la intersecano, alla scoperta dei folcloristici mercati rionali.

 

Arriviamo quindi a Piazza De Ferrari, la cui fontana segna il vero centro di Genova, e sulla quale affaccia il celebre Teatro Carlo Felice. Ci portiamo nella contigua Piazza Matteotti, dove si stagliano la Chiesa di Sant’Ambrogio (ricca di marmi, affreschi e, nelle cappelle laterali, di opere di Guido Reni e Rubens) e Palazzo Ducale, la cui facciata neoclassica nasconde l’origine medievale.

 

Pochi passi e siamo davanti alla Cattedrale di San Lorenzo, principale testimonianza medievale di Genova, dalla caratteristica facciata a fasce bianche e nere stretta fra le due torri campanarie. Da non perdere i ricchi portali ed i rilievi che li sormontano; mentre l’interno, ricco ed austero, propone diversi spunti interessanti, tra i quali citiamo la Cappella di San Giovanni (patrono della Città), il transetto ed il coro.

 

Rimaniamo nella parte medievale della città portandoci nella vicinissima Piazza San Matteo, caratterizzata dall’omonima chiesa e dalle Case dei Doria, la storica famiglia che per secoli guidò Genova. Da qui decidiamo di scendere verso il Porto Vecchio, senza resistere alla tentazione di perderci nei caratteristici caruggi, attratti dai suoni e dai sapori tipici di questa parte così autentica del capoluogo ligure.

 

Il Porto, quasi interamente pedonalizzato dopo i grandi lavori di recupero dell’area firmati da Renzo Piano nel 1992, in occasione dei 500 anni dalla scoperta delle Americhe, ci offre numerose possibilità. Possiamo scegliere tra il celeberrimo Acquario, particolarmente affascinante per i più piccoli e per chi ama davvero il mare; una visita al Museo del Mare; una passeggiata tra moli e antichi magazzini.

 

Se la giornata lo permette, concedetevi un giro in battello all’interno del Porto, in modo da ammirare un panorama che spazia dalla Lanterna, ai grandi palazzi storici, fino alle fortificazioni che dominano Genova dall’alto delle sue colline.

 

Da Piazza Caricamento, su cui affaccia l’antico Palazzo San Giorgio, risaliamo verso l’interno,fino alla Loggia dei Mercanti, e da qui percorriamo Via San Luca e Via del Campo (resa celebre da Fabrizio De Andrè), per risalire infine alla chiesa della SS. Annunziata, la più grande chiesa della città.

 

palazzi nobiliari di Via Baldi ci conducono al Palazzo Reale, grande dimora patrizia genovese del XVII° secolo, eletto dai Savoia quale loro residenza in città e, oggi (dopo accurati restauri), interamente visitabile e sede, tra l’altro, di una collezione di dipinti di primissimo livello.

 

Un ulteriore sforzo di qualche centinaio di metri verso ponente ci porta alla Villa del Principe, nota anche come Palazzo Doria, spettacolare residenza dalla quale si domina la città.

 

Ritornando verso il Centro scegliamo di percorrere Via Garibaldi, e rimaniamo davvero impressionati dai grandiosi palazzi barocchi che vi si affacciano nel tratto tra Piazza della Meridiana e Piazza Fontane Marose. Ammiriamo in particolare Palazzo Bianco e Palazzo Rosso, entrambe sedi dicollezioni pittoriche di assoluto valore, e Palazzo Tursi, oggi sede delle sale di rappresentanza delSindaco di Genova, dove sono ospitati anche importanti oggetti artistici e culturali, quali il violino di Paganini e la raccolta delle monete dell’antica Repubblica di Genova.

 

La nostra giornata a Genova, davvero intensa, volge al termine. Se ne avrete il tempo, indulgete più a lungo nei vicoli alle spalle del Porto, prendete una delle funicolari che dal centro salgono verso le alture della città, costeggiate il mare verso levante fino a Boccadasse, pittoresco borgo di pescatori, o magari concedetevi ancora una cenetta in una delle tante trattorie incontrate lungo il nostro itinerario, tra pesce, pesto, torta Pasqualina, cima, focacce, farinata e dolci che profumano di burro e pinoli. Anche questo è Genova! Buon viaggio!

 

Per gli altri consigli ed itinerari di CronacaTorino:

Itinerari vicino Torino, passeggiate da non perdere ad Alessandria, Acqui Terme, Cassine, Gavi e Serravalle Scrivia: le dolci colline tra Po e Appennino

Passeggiate gratis Torino: La Tesoriera e i suoi segreti

Eventi gratuiti weekend vicino a Torino, passeggiate con gli asini 5 – 25 maggio 2013 a Ronco Scrivia, Genova, tutte le info

Monumenti e cascine aperti Torino 5, 12, 19 e 26 maggio 2013: è il progetto “La scuola adotta un monumento”. Elenco dettagliato, orari, info

Gite vicino a Torino, scoprire Vercelli con le sue Chiese, musei, passeggiate suggestive e specialità gastronomiche

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 Giulio Ciaffi

Foto:wikipedia.org