Itinerari vicino Torino, passeggiate da non perdere ad Alessandria, Acqui Terme, Cassine, Gavi e Serravalle Scrivia: le dolci colline tra Po e Appennino

Alessandria e la fascia pre-appenninica della sua Provincia offrono un ampio ventaglio di opzioni per chi vuole trascorrere una giornata lontano dalle grandi città. Non a caso questo territorio è, da sempre, la meta classica delle gite fuoriporta dei genovesi, soprattutto nei mesi estivi, quando le loro spiagge sono invase dai turisti.

 

Da Milano e Torino, entrambe a 90 chilometri (Genova, di poco più vicina, è a 80 chilometri), Alessandria è raggiungibile in meno di un’ora con l’autostrada.

 

Da Milano dovrete prenderela A7, direzione Genova, immettervi nella A21 a Tortona, direzione Torino, ed uscire ad Alessandria Est. Da Torino, prenderetela A21 in direzione Piacenza, per uscire al casello di Alessandria Ovest.

 

Siamo in Piemonte, ma storicamente e culturalmente Alessandria (la città, meno il suo territorio provinciale) è legata alla Lombardia. Da sempre crocevia tra le strade che da Milano e dal Nord Europa portano a Genova ed al Mediterraneo e quelle che legano Torino e l’Europa Occidentale all’Adriatico ed al Centro e Sud Italia, Alessandria deve il suo sviluppo proprio alla sua posizione strategica, importante nei secoli passati dal punto di vista militare, ma ancora oggi fondamentale snodo mercantile, il cui sviluppo logistico è al centro di diversi progetti infrastrutturali.

 

Una veloce passeggiata in Città ci permette di ammirare la centralissima Piazza della Libertà, la Cattedrale (eretta nei primi anni del XIX° secolo al posto del Duomo di epoca medievale), le piacevoli ed animate vie cittadine, ricche di edifici civili e religiosi di stile barocco, con qualche testimonianza gotica.

 

Il freddo e la pioggia patiti nei primi mesi di questa grigia primavera ci spingono però a dirigerci presto verso le colline a sud della città.

 

Imbocchiamola Statale per Acqui Terme e, dopo una ventina di chilometri in cui i campi di mais lasciano progressivamente spazio alle vigne, arriviamo a Cassine, borgo di origine medievale, del cui periodo rimangono notevoli testimonianze, quali la Chiesa di San Francesco, l’antico Convento (in cui sono conservati alcuni affreschi originali del XIV° secolo) e Palazzo Zoppi. Tutti gli anni, ad inizio settembre, Cassine celebra il suo passato con una rievocazione storica di grande suggestione, la Festa Medievale, ottima occasione per scoprire la storia e gli stili di vita tipici delle nostre regioni in quei secoli.

 

Tornati sulla Statale, in pochi minuti siamo ad Acqui Terme. Famosa fin dall’epoca romana per le sue acque, Acqui ci appare subito estremamente piacevole, con la sua vivace isola pedonale, le sue sorgenti naturali di acqua calda (particolarmente caratteristiche nei mesi invernali), il Duomo ed il Castello. Prima di ripartire, non dimenticate di provare i Baci Acquesi, variante locale dei classici Baci di Dama, in una delle belle pasticcerie del centro.

 

Vorremo regalarci una giornata di relax presso le storiche Terme (quelle Nuove si trovano in centro, quelle Antiche oltrela Bormida), oppure risalire l’Appennino lungo la Bormida alla ricerca di panorami, sapori e passeggiate nel verde smeraldo di prati e boschi, dovremo comunque proseguire il nostro itinerario. Dopo venti chilometri di colline, infatti, siamo ad Ovada. Scegliamo di non fermarci, e proseguiamo su una strada sempre più bella verso Gavi.

 

A Gavi, centro di forte influenza ligure, tanto nella storia, quanto nelle architetture, quanto nell’accento locale, visitiamo la ricca Parrocchiale romanica, rivista successivamente con interventi gotici, ed ammiriamo il Forte.

 

Ci rimettiamo sulla strada del ritorno, ed in pochi chilometri siamo a Serravalle Scrivia. Qui potrete scegliere tra tre possibilità: riprendere l’autostrada per tornare a casa, tuffarvi in una sessione di shopping presso l’omonimo e famoso Outlet, oppure concedervi un’ultima visita all’interessantissima Area Archeologica di Libarna. Comunque scegliate di terminare il vostro itinerario, avrete scoperto un territorio poco conosciuto, ma ricco di storia e davvero piacevole nei suoi paesaggi, colori e sapori. Buon viaggio!

 

Per gli altri consigli ed itinerari di CronacaTorino:

Passeggiate gratis Torino: La Tesoriera e i suoi segreti

Eventi gratuiti weekend vicino a Torino, passeggiate con gli asini 5 – 25 maggio 2013 a Ronco Scrivia, Genova, tutte le info

Monumenti e cascine aperti Torino 5, 12, 19 e 26 maggio 2013: è il progetto “La scuola adotta un monumento”. Elenco dettagliato, orari, info

Gite vicino a Torino, scoprire Vercelli con le sue Chiese, musei, passeggiate suggestive e specialità gastronomiche

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 Giulio Ciaffi

Foto:wikipedia.org