Mostra gratis “That’s a Mole” via Montebello Torino 20 giugno – 20 luglio 2014, tutte le info

moleDal 20 giugno via Montebello e i negozi del centro di Torino si sono popolati di opere sulla sagoma della Mole Antonelliana. Il progetto dal nome “That’s a Mole” occuperà con le sue 25 opere la via fino al 20 luglio in un misto di allegria e meraviglia.

 

Le 25 opere sono state inserite in un originale allestimento urbano, realizzato grazie agli allievi del corso di formazione professionale di saldocarpenteria. Il corso avviene presso la Casa di Reclusione “Santa Caterina” di Fossano (CN) ed è realizzato dalla Fondazione Casa di Carità Arti e mestieri Onlus.

 

Una Mole Antonelliana disegnata in mille modi e che apre ai più vasti scenari della fantasia.

 

Per ulteriori info sul progetto That’s a Mole:  info@thatsamole.com

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

The Sound of Silence, Simon and Garfunkel cantano l’inno al silenzio

Local Hero, Mark Knopfler incontra Burt Lancaster ed esce un classico della cinematografia mondiale

Intervista a Fabio Treves, i 40 anni della band e il programma dei concerti del 2014

Song for Sonny Liston, Mark Knopfler racconta la storia del campione triste e “cattivo”

Alessandro Gazzera