Passeggiate gratis Torino: La Tesoriera e i suoi segreti

Una pick nik al parco in una giornata di primavera è spesso ciò che serve per rilassarsi e trascorrere un po’ di tempo in compagnia di amici, familiari o morosi. Il parco “La Tesoriera” mette a disposizione 75.000 metri quadrati di verde ed una magnifica villa che porta con sé, inoltre, una storia dal 1715, anno in cui l’edificio fu inaugurato in presenza di Vittorio Amedeo II e della corte.

 

La riserva naturale prende il nome dal consigliere di Stato e tesoriere generale dello Stato sabaudo, Aymo Ferrero di Cocconato, in onore del quale venne costruita la villa contenuta all’interno della stessa, ed è inoltre colui che aveva comprato il terreno sul quale si erige la realizzazione ultima. Il merito delle costruzioni va all’architetto Jacopo Maggi che, ispirandosi al Guarini, si occupò del disegno.

 

Le volte decorate nelle stanze del piano terreno, il salone d’onore dedicato a Vittorio Amedeo II e le quattro sale che lo circondavano al primo piano ed inoltre una scala asimmetrica, abbattuta in seguito a favore di uno scalone laterale: la villa signorile era elegante, ben tenuta e valorizzata ma dovette affrontare un periodo di crisi quando, arrivati i francesi ad occupare la città dal 1797 al 1814, venne adibita come caserma per gli invasori.

 

Successivamente all’acquisto da parte di Ferdinando Arborio Gattinara di Sartirana e Breme, noto entomologo nonché senatore del Regno, furono apportate alcune modifiche: oltre al museo di ornitologia, la cascina presentava la manica est con un’ulteriore scalone adibito all’unione dei due piani, superiore ed inferiore.

 

Infine, con Amedeo di Savoia duca d’Aosta, la villa venne ultimata con la costruzione dell’ala ovest progettata dall’architetto Giovanni Ricci.

 

Attualmente, invece, l’interno della villa presenta una Biblioteca musicale che è anche una sede rappresentativa comunale. Per tutti gli appassionati di musica, specie di quella classica, sono quindi a disposizione le collezioni di libretti d’opera e di saggistica musicale, dischi e CD nonché una sezione completamente dedicata ai manoscritti e alle iconografie riguardanti l’argomento.

 

Ragion per cui la Tesoriera è anche una delle sedi in cui si tiene il MiTo Settembre Musica, evento annuale completamente riservato alla quarta delle arti performative.

 

La residenza è anche conosciuta dai più come il “Giardin del Diav”: questo soprannome è dovuto ad una leggenda che vuole che un cavaliere nero apparisse galoppando al cospetto del Ferrero, del quale si dice fosse il fantasma.

 

Ma, storia e leggende a parte, non meno importante da ricordare è, inoltre, che la Tesoriera è anche un parco che esibisce un vasto repertorio di alberi, nonché quello più antico di Torino: un platano, piantato nel 1715, che ha la bellezza di 298 anni. Ai piedi della villa, un bellissimo prato alla francese e una fontana  nel centro rendono l’atmosfera armoniosa e romantica.

 

E poi la presenza di arbusti italiani e non, che nonostante la provenienza ben si sono ambientati al clima italiano, tra cui la quercia rossa, la robinia ma anche lo stesso platano, intimano la sensazione di pace nonché una filosofica tranquillità a tutti coloro che desiderino, in un sabato o una domenica pomeriggio di primavera, passeggiare nel verde.

 

Infine è da aggiungere che lo spazio prevede attività per grandi e piccini: i nonni che vogliano accompagnare i propri nipoti al parco, potranno usufruire della bocciofila, presente all’interno del parco, e permettere ai bambini di divertirsi nell’area giochi attrezzata.

 

Informazioni generali:

La Tesoriera Corso Francia, 192

10145 – Torino

Telefono: 011535181

 

Orario di apertura:

dal 1° novembre al 28-29 febbraio

– dalle 7.30 alle 19.00

dal 1° marzo al 31 maggio

– dalle 7.30 alle 21.00

dal 1° ottobre al 31 ottobre

– dalle 7.30 alle 21.00

dal 1° giugno al 30 settembre

– dalle 7.30 alle 24.00

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Eventi gratuiti weekend vicino a Torino, passeggiate con gli asini 5 – 25 maggio 2013 a Ronco Scrivia, Genova, tutte le info

Monumenti e cascine aperti Torino 5, 12, 19 e 26 maggio 2013: è il progetto “La scuola adotta un monumento”. Elenco dettagliato, orari, info

Federica D’Ambrosio

Foto: wikipedia.org