Sicilia via in Festa Settimo Torinese 9-11 marzo 2018, tutti i dettagli

La storia della Sicilia è antichissima, nobile e i prodotti tipici alimentari e artigianali sono la fusione perfetta delle influenze delle diverse culture che sull’Isola si sono avvicendate.

La storia della Sicilia è antichissima, nobile e i prodotti tipici alimentari e artigianali sono la fusione perfetta delle influenze delle diverse culture che sull’Isola si sono avvicendate.
“Banchettano come se dovessero morir domani, e invece costruiscono come se non dovessero morire mai”. E’ un modo di dire che, nel lontano V secolo a.C., era stato preso in prestito anche dai Greci che giungevano in quel di Siracusa a conoscere gli antichi abitanti di Sicilia. Insomma, parlare di gastronomia in Sicilia significa discutere dello stesso dna siciliano.
I visitatori possono degustare e acquistare il meglio della ricca tradizione gastronomica siciliana: le cassate, i buccellati a base di marmellata di fichi, la frutta martorana a base di farina di mandorle, i cuddureddi (dolcetti al ripieno di miele o di ricotta o di frutta candita) le reginelle, biscotti ricoperti di sesamo.
E poi il Re assoluto è il Cannolo siciliano decorato anche con granella di pistacchio, di cioccolato oppure di scorza d’arancia. Sono questi solo alcuni dei “capolavori” gastronomici siciliani, insieme al cioccolato di Modica, alle creme ed i liquori di Pistacchio di Bronte, per poi gustare salumi, formaggi (dal caciocavallo al maiorchino), olive, acciughe, gli antipasti sott’olio, vini come il Nero d’Avola e liquori (Zibibbo, Marsala, Passito di Pantelleria, Malvasia di Lipari).
Non mancheranno miele, spezie, marmellate, frutta e verdura direttamente dalla Sicilia e una ricca selezione di articoli di artigianato.
Novità di quest’anno “A VUCCIRIA” street food tipico palermitano con arancini (riso profumato di zafferano, con tanti pisellini e un nucleo centrale di ragù di carne) pane e panelle, sottilissime schiacciate di polenta di ceci fritte sotto i vostri occhi spandendo attorno odori da bazar orientali, lo sfincionello al forno ed il panino con la meuza oppure con le stigghiole (le budella di ovini o vaccini infilzati in uno spiedo e cotti alla brace.
Completa la scenografia la MOSTRA di antichi carretti siciliani tutti decorati e dipinti a mano con i temi della tradizione cavalleresca.
Ad affiancare il settore dei prodotti tipici c’è l’artigianato con le ceramiche di Caltagirone, i bellissimi Pupi, le marionette dell’antica tradizione dell’Opera dei Pupi che narra le gesta e le pazzie d’amore di antichi cavalieri come Orlando.
DOMENICA 11 MARZO dalle ore 16,00 in Piazza del Municipio canti e le danze dello SPETTACOLO FOLKLORISTICO SICILIANO del gruppo SICILIA NOSTRA per arricchire l’omaggio alla tradizione culturale siciliana, che coinvolgerà grandi e piccini in divertenti canti e balli. Ingresso gratuito.
IN PIAZZA DEL MUNICIPIO AREA GIOCHI BAMBINI – Sicuri di offrire una grande opportunità per conoscere e acquistare prodotti tipici originali e di qualità, invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare e a farsi trascinare da questa esplosione di allegria, di gusto e di divertimento.
Segreteria organizzativa “Sicilia Viva in Festa”:
Cinzia Miraglio Organizzazione eventi & comunicazione
Cell. 335/6196576
Tel. 0373/85684 – Fax 0373/254715 – E mail: cinziamiraglio@gmail.com
www.dolcezzesicilianeilpadrino.com
Foto in evidenza: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here