Arresto “Re dei Ricettatori” Torino, centinaia di pezzi rubati rivenduti dal settembre 2014 al gennaio 2015

11652044_908610482517942_1353773501_nI Carabinieri della Compagnia Torino hanno fermato un gruppo criminale ritenuto responsabile di vari reati, tra cui ricettazione, riciclaggio e incauto acquisto e inottemperanza agli obblighi della sorveglianza speciale.

 

Le attività di indagine condotte dai Carabinieri, hanno consentito di identificare e arrestare uno dei più noti ricettatori di Torino, un 74enne torinese, ritenuto negli ambienti criminali il “Re dei Ricettatori”.  Le indagini avrebbero appurato che l’uomo avrebbe ricettato e rivenduto centinaia di “pezzi rubati” relativi a decine di furti commessi a Torino, dal settembre 2014 al gennaio 2015.

 

L’uomo sarebbe un punto di riferimento per i tossicodipendenti, che gli consegnavano la refurtiva,  e per i piccoli artigiani in cerca di attrezzature da lavoro a buon prezzo. Le indagini avrebbero dimostrato, in particolare, che il 74enne sarebbe un personaggio di tutto rispetto nell’ambiente dei ricettatori, in particolare si è acclarato che gode di una sorta di egemonia del territorio.

 

La circostanza sarebbe stata più volte dimostrata dal fatto che al suo arrivo con il furgone, i tassisti abusivi gli tengono il posto  e si spostano con le loro auto per concedergli il parcheggio che solitamente utilizza per incontrare i suoi clienti.

 

I militari lo hanno arrestato per ricettazione e riciclaggio insieme ad un uomo di 51 anni. Ad un 43enne, abitante a San Benigno Canavese, i militari hanno invece notificato l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria per riciclaggio in concorso  e inottemperanza agli obblighi della misura di prevenzione della sorveglianza speciale. Tre cittadini nordafricani sono stati poi denunciati a piede libero per incauto acquisto, ricettazione e riciclaggio.

 

I Carabinieri hanno anche trovato nella cantina del “Re dei Ricettatori” strumentazione edile ed elettromedicale, per un valore complessivo di circa 170.000 euro. La refurtiva è già stata restituita.

 

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Spaccio droga Torino Barriera di Milano, 53 ovuli di cocaina ed eroina nelle calze

Spaccio droga Torino durante raduno pellegrini, approfittava del caos per l’ostensione della Sindone

Spaccio parco Michelotti Torino, denunciati due gemelli “del crimine”

Massimiliano Rambaldi