Controlli Carabinieri Saluzzo, arrestato 26enne

Il cittadino è stato dichiarato in stato di arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma saluzzese

14269397_1147763495269305_697260697_nUn cittadino senegalese di 26 anni, in regola con il permesso di soggiorno residente nell’hinterland torinese, è stato arrestato per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, nonché denunciato per commercio di prodotti contraffatti.
Secondo quanto spiegato, il giovane, insieme ad altri due connazionali, si sarebbe portato nel cuneese in occasione di una popolare kermesse per svolgere l’illecita vendita di prodotti d’abbigliamento ed accessori contraffatti. Al controllo dei militari, due dei tre, posizionatisi in Piazza Cavour a Saluzzo, tra l’altro innanzi alcuni negozi commercianti analoghi articoli merceologici, si sarebbero dati ad una precipitosa fuga abbandonando la propria merce raccolta in enormi sacchi, facendo perdere le tracce tra i banchi della rassegna fieristica.
In base a quanto appurato, il 26enne, nel tentativo di emulare i connazionali, avrebbe sferrato una gomitata allo sterno di un militare accennando anch’esso una fuga, ma sarebbe stato immediatamente immobilizzato.
Nei pressi del luogo di “vendita”, i Carabinieri avrebbero rinvenuto altri sacchi analoghi sicuramente celati dai tre contenenti altra merce equivalente alla precedente anch’essa quindi sequestrata.
Il cittadino senegalese è stato dichiarato in stato di arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma saluzzese per essere successivamente giudicato con rito direttissimo innanzi al Giudice del Tribunale di Cuneo. Tale Autorità giurisdizionale, accettando la richiesta di patteggiamento del giovane, lo ha condannato ad 8 mesi, pena sospesa, disponendo l’immediata liberazione e la distruzione della merce contraffatta, consistente in oltre 140 paia di scarpe e una cinquantina di borse, per un eventuale guadagno “illecito”, qualora venduta, di oltre 3.000 euro.