Orientati al futuro Politecnico di Torino 15 – 16 aprile 2013, una finestra sul PoliTo per le future matricole. Il Rettore Gilli: “Saranno più di 7000”

L’evento si è svolto stamattina presso il Politecnico di Torino. Sono migliaia, infatti, gli studenti accorsi presso la sede centrale dell’ateneo, vogliosi di scoprire di più riguardo all’istituzione che potrebbe accogliere il loro futuro. Anche quest’anno, infatti, ha preso il via “Orientati al futuro”, evento dedicato all’orientamento post-scolastico degli alunni provenienti dai licei e dagli istituti superiori. L’esposizione, posta in mezzo al cortile centrale della sede, ospita gli stand informativi di ogni facoltà, delle istituzioni universitarie e delle associazioni coinvolte nella promozione dell’ateneo.

 

LE FUTURE MATRICOLE – Lo staff dell’evento, interamente composto da studenti del Politecnico, accoglie ragazzi e ragazze presenti in buon numero fin dalle prime ore del mattino.

– Alcuni liceali sono stati interpellati riguardo al proprio futuro: c’è chi afferma di essere ancora abbastanza insicuro sul percorso scolastico da scegliere, tenendo però in considerazione massima il “Poli”. Questo in virtù dell’alto livello di formazione offerta dall’Ateneo, dell’ambiente innovativo, insieme con opportunità intrinseche presentate.

– Altri, invece, scelgono senza dubbi il Politecnico di Torino, come un ragazzo che, giunto da Taranto, afferma: “Ho scelto il Poli per la sua fama e per i servizi che esso offre allo studente. Pur essendo di Martina Franca (TA) non ho avuto dubbi a scegliere Torino”.

 

IL MAGNIFICO RETTORE – Dopo la visita agli stand delle facoltà, abbiamo parlato con il Rettore, Marco Gilli. L’ex professore di Elettrotecnica è soddisfatto delle proiezioni sulle iscrizioni future: “Noi abbiamo un numero programmato di 5000 studenti nell’area di ingegneria e di 1000 per l’architettura. Tuttavia, ci aspettiamo che le applicazioni saranno ben più di 5000. Secondo le stime, sono stati circa 3500 gli applicati ai test d’ingresso di aprile e ci aspettiamo che il numero finale sarà intorno ai 7000 studenti.”

– Riguardo alle facoltà “preferite” dalle future matricole, Gilli ha le idee chiare: “Le iscrizioni non hanno fatto emergere un trend preciso. Sebbene le iscrizioni siano finora ‘spalmate’ su tutte le facoltà. Tuttavia, ingegnerie ‘tradizionali’ come meccanica e autoveicolo, legate di più al nostro territorio, sono leggermente più gettonate. Senza dimenticare l’area tecnologica, dell’informazione (inteso come informatica e telecomunicazionindr) e quello emergente dei materiali.”

 

L’OBIETTIVO PER IL FUTURO? LA RICERCA – Infine, il Rettore ha ribadito il concetto espresso durante le recenti conferenze stampa: “Crediamo che la ricerca sia basilare per una corretta istruzione, perché contribuisce a creare una formazione più conscia, creando un legame non solo tra docente e studente, ma anche tra l’ateneo e le aziende, attraverso il trasferimento tecnologico. Un altro concetto fondamentale è l’internazionalizzazione, che permette agli studenti di frequentare un ambiente multietnico e multiculturale in cui crescere di insieme a tutti gli altri colleghi provenienti da ogni parte del mondo. La città di Torino, del resto, è già una città profondamente internazionaliZzata e ne siamo felici.”

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Politecnico Torino, bilancio risultati 2013 e progetti futuri: porte aperte all’internazionalizzazione

Matteo Maero