Rissa Pont Canavese, arrestate tre persone

CarabinieriSono stati arrestati per rissa aggravata tre soggetti che a Pont Canavese, sabato sera, sarebbero arrivati alle mani dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo.
Secondo quanto spiegato, erano le 20 circa quando un disoccupato 22enne di Chiesanuova e un panettiere 50enne di Pont Canavese, entrambi in evidente stato di ubriachezza, dopo aver litigato per futili motivi in un bar del paese, avrebbero dato vita ad una violenta colluttazione, colpendosi con calci e pugni. Non è bastato il tentativo di un agente della Polizia Municipale a calmare gli animi.
I due, a cui si è aggiunto poco dopo il 44enne padre del più giovane avrebbero continuato a darsele di santa ragione, fino a quando, allertati da alcuni avventori del bar, sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Ivrea.
In base a quanto appurato, a seguito della violenta colluttazione, il 22enne sarebbe stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso dell’ospedale di Cuorgnè, dove gli è stata diagnosticata la frattura ad una caviglia con prognosi di 30 giorni. L’uomo è stato successivamente ricoverato presso l’ospedale di Ivrea. Tutti e tre sono stati arrestati in flagranza di reato per rissa aggravata.
Dopo le formalità di rito sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Questa si è tenuta innanzi al Gip di Ivrea che ha convalidato l’arresto ed ha emesso nei loro confronti la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. per due volte al giorno. Uno dei tre dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale: durante la colluttazione avrebbe proferito pesanti minacce nei confronti dell’agente della Polizia Municipale che in un primo momento aveva cercato di sedare la rissa.
Foto: wikipedia.org