Situazione Embraco Riva di Chieri, arriva la cessione di ramo d’azienda

Uilm e Fiom di Torino rendono noto che gli ultimi 38 lavoratori rimasti in forza alla Embraco di Riva di Chieri sono passati alla Eurosales

Uilm e Fiom di Torino rendono noto che gli ultimi 38 lavoratori rimasti in forza alla Embraco di Riva di Chieri sono passati alla Eurosales, newco costituita dalla stessa Embraco che sarà assorbita dal gruppo Nidec non appena l’acquisizione sarà approvata dalle autorità di vigilanza sui mercati. È quanto previsto da un accordo siglato oggi da sindacati e azienda presso l’Unione Industriale di Torino.
Il passaggio, avvenuto tramite cessione di ramo d’azienda, riguarda 32 impiegati e 6 dirigenti, che continueranno a occuparsi della parte commerciale nell’area Emea.
Nello stabilimento di Riva di Chieri sono intanto iniziati i lavori per smantellare le linee di montaggio dei motori per frigoriferi, che saranno progressivamente sostituite da quelle per le produzioni annunciate da Ventures Production, la società cino-israeliana subentrata a Embraco nel giugno scorso.
Al momento, le scadenze restano quelle annunciate dal piano industriale, con il progressivo rientro di tutti i 420 lavoratori entro metà 2020.
Dichiarano Vito Benevento della Uilm e Ugo Bolognesi della Fiom: “Oggi inizia un nuovo percorso per i 38 lavoratori rimasti esclusi dalla procedura di licenziamento in Embraco a Riva di Chieri. Con l’espletamento della procedura di cessione di ramo d’azienda (ex articolo 47) si costituisce la nuova società che dà prospettive ai lavoratori rimasti all’interno del gruppo Embraco. Il sindacato monitorerà costantemente l’evoluzione della nuova società fino alla transizione in Nidec e soprattutto verificherà l’ubicazione futura del sito per dare continuità e garanzie ai lavoratori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here