Traffico cocaina Bardonecchia, record di 181 ovuli nella pancia

Le lastre avrebbero mostrato all’interno della cavità gastrica la presenza di numerosissimi ovuli di cocaina

Erano stati fermati a bordo del TGV Parigi-Milano nel ponte di Halloween, all’atto del loro ingresso sul Territorio Nazionale attraverso il valico ferroviario del Frejus, da agenti del Commissariato Bardonecchia impegnati nei servizi di prevenzione e repressione dei reati concernenti l’immigrazione clandestina ed il traffico internazionale di stupefacenti.
Secondo quanto spiegato, i due cittadini stranieri, un maliano del 1978 ed un cittadino nigeriano del 1995, provenienti da Parigi,  non erano stati in grado di specificare il motivo del loro viaggio in Italia.
In base a quanto appurato, la perquisizione personale aveva avuto esito negativo, ma gli investigatori, ritenendo che potesse trattarsi di due corrieri della droga, li avevano condotti presso l’Ospedale di Susa per accertamenti; al termine degli stessi, le lastre avrebbero mostrato all’interno della cavità gastrica la presenza di numerosissimi ovuli.
Durante la permanenza presso il carcere “Lorusso e Cotugno” in cui sono stati tradotti dopo l’arresto per violazione della Legge sugli stupefacenti, il cittadino maliano avrebbe evacuato 109 ovuli di cocaina, per un peso complessivo di 1246 grammi; il cittadino nigeriano ne avrebbe invece espulsi 72, per un peso complessivo di 790 grammi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here