Turista svizzera derubata Asti, arraffati valigie e contanti

La turista svizzera ha segnalato di essere stata derubata alla Polizia di Stato che ha prontamente fermato i responsabili

PoliziaNell’ambito dell’attività di controllo del territorio, nel primo pomeriggio di domenica 9 ottobre, personale delle Volanti, transitando in Piazza Marconi, è stato avvicinato da una turista svizzera che, con fare concitato, riferiva di essere stata derubata delle proprie valigie riposte nell’autovettura parcheggiata nelle vicinanze.
Secondo quanto spiegato, l’esatta descrizione dei due uomini e l’indicazione della direzione di fuga consentiva agli agenti di iniziare immediatamente le ricerche. Giunti all’interno della stazione ferroviaria, gli operanti avrebbero notato due persone, corrispondenti alla descrizione fornita dalla donna, intenti a rovistare all’interno delle due valigie appositamente adagiate su di una panchina tra i binari.
La donna derubata, lì presente, li avrebbe come proprie le due valigie. I poliziotti, così, procedevano ad identificare i due uomini, un italiano e un minore di origine romena entrambi provenienti da Genova, i quali negavano di essere gli autori del furto e di aver trovato le valigie sulla panchina.
In base a quanto appurato, la versione fornita dai due uomini, però, non avrebbe convinto i due agenti che, pertanto, invitavano la turista derubata a fornire un primo inventario degli oggetti mancanti. Si sarebbe proceduto, così, alla perquisizione personale dei due soggetti che dava esito positivo. All’interno dello zaino del minore, infatti, è stato rinvenuto un portafogli di colore nero contenente i documenti del marito della donna svizzera, mentre nei pantaloni dell’altro uomo venivano rivenute diverse banconote per un totale di 180 franchi svizzeri.
I due uomini sono stati portati in Questura per essere foto segnalati ed essere arrestati per furto aggravato in concorso. L’Autorità Giudiziaria, prontamente informata, ha disposto l’accompagnamento del minore presso il Centro di accoglienza “Radaeli” di Torino, mentre l’altro uomo è stato condotto presso la Casa circondariale di Quarto in attesa della direttissima che si svolgerà nella giornata odierna al Tribunale di Asti.
Foto: wikipedia.org