Intervista a John Lee Hooker jr, il musicista si racconta a CronacaTorino

Il figlio della Leggenda John Lee Hooker oggi è un uomo diverso tra la Fede in Dio e la musica Gospel

John Lee Hooker Jr. è stato per lungo tempo uno dei musicisti capaci di traghettare un genere come il blues nel nuovo millennio. Il figlio della Leggenda John Lee Hooker oggi però è un uomo diverso tra la Fede in Dio e la musica Gospel.
Lo abbiamo raggiunto ed ecco cosa ci ha raccontato:
Buongiorno John e grazie per questa intervista… Ci racconti come vanno le cose sul pianeta John Lee Hooker jr.?

Non canto più il blues tradizionale, questo parlando da una prospettiva canora. Mi sono dedicato al Gospel, ma con l’identico modo di suonare che ho sempre usato. Sono passato dal blues alle “Buone Notizie”. Canto e scrivo canzoni per la gloria di Dio
Oltre a cantare sei un Cappellano. Come è avvenuta questa conversione? La Fede è una ispirazione per le tue canzoni?
Tutto è cominciato quando Gesù mi chiamò come ministro della Fede. Nel 2012 quando la violenza entrò in un club dove stavo suonando riuscii a sentire “Lascia questo posto, questo non è quello che sei stato chiamato a fare o cantare”.
Sì, scrivo le mie canzoni grazie alla Fede perché credo nella Sua Parola. Mi ha liberato da una vita di male e sofferenza.
La musica di tuo padre è stata di grande ispirazione per molti. Ci racconti che uomo era?
Mio padre era un musicista profondo, non ce ne sarà mai un altro come lui, ha cantato e suonato secondo la sua personalità, ma “l’antidoto” alla sua mancanza sono io. (ride)
Che cosa ne pensi del disco “Blue and Lonesome” dei Rolling Stones?
Blue and Lonesome è molto standard e mainstream
Su cosa stai lavorando in questo periodo?
Attualmente sono in studio e sto registrando il mio primo album Gospel dal titolo “Testify”. Tutte le tracce sono per la Gloria di Dio e il mio messaggio al pubblico è che Gesù tornerà presto. Spero che un promoter italiano un giorno mi riporti a suonare in Italia.
Ultima domanda: Se dovessi creare una sorta di “All Star Band”, chi ci sarebbe insieme a te nel gruppo?
I migliori musicisti, ovvero quelli che riconoscono che i loro talenti arrivano da Dio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here