Intervista a Roy Khan, il cantante norvegese parla del suo ritorno e dei Conception

Roy Khan racconta a CronacaTorino il progetto Conception, ma anche il suo ritorno sulle scene dopo sette anni

Roy Khan è tornato! In fondo basterebbe già dire questo per i tantissimi fans che, dal suo addio ai Kamelot sette anni fa, lo aspettavano di nuovo su un palco. Il cantante norvegese si è raccontato a CronacaTorino tra Conception, la voglia di fare musica e di tornare anche in tour.
Buongiorno Roy, ti aspettavi tutto questo entusiasmo per Conception?

Beh certamente speravo che questo ritorno di Conception scatenasse un po’ di entusiasmo, ma qui siamo ben oltre le mie aspettative. Grazie davvero a tutti!
Com’è nata l’idea di questa reunion?
Noi quattro siamo sempre stati ottimi amici e abbiamo parlato sempre di fare qualcosa insieme. Tore e Arve sono venuti da me qualche anno fa con delle idee e siamo partiti da quelle sentendo che ciò che veniva fuori era non solo qualcosa di “solido”, ma anche che poteva essere ampliato. Ed eccoci qui oggi con un EP e un singolo.
I fans sono letteralmente in delirio per questo ritorno. Che emozioni provate leggendo tutti i loro messaggi sui social?
Siamo stati sopraffatti da tutto… Sai è bello vedere vecchi e nuovi fans che ti supportano così! Siamo tutti elettrizzati!
Quando sarà possibile vedervi suonare dal vivo?
C’è un bel po’ di lavoro con la nostra campagna su Pledgemusic.com, quindi ora ci stiamo concentrando solo su EP e singolo. Considerando il fatto che tutti amiamo suonare dal vivo, spero che avremo la possibilità di mettere questa macchina sulla strada. Vedremo!
Parlando di te, com’è la tua vita oggi?
Ho vissuto una bella vita normale negli ultimi anni… Famiglia e lavoro come tante altre persone. È stata una bella pausa per me ed era davvero necessaria. Sono eccitato di essere tornato comunque.
Hai detto che lasciare i Kamelot è stata la migliore decisione per te. Come sono stati quei momenti? Cosa ti è mancato di più dello stare con la band?
Soprattutto le persone, i ragazzi della band, tutti quelli che lavoravano con noi e certamente tutti i fans, ma c’è un tempo per tutto.
C’è un musicista con cui ti piacerebbe collaborare?
Certamente, ma lavorare con Tore, Ingar e Arve è abbastanza al momento! (ride)
Se potessi formare una All Star Band per una notte… Chi sceglieresti?
Domanda simpatica… Non riesco a pensare a nessuno se non ai ragazzi dei Conception, ma ovviamente ci sono molti grandi musicisti lì fuori. La chimica che abbiamo in questa band è però unica. Non la cambierei per niente.
Ultima domanda: un messaggio per i tuoi fans italiani?
Grazie per avermi aspettato tutti questi anni! Spero di rivedervi da qualche parte! (A.G.)
Foto: Ufficio Stampa Conception

LINK Pledge campaign: CLICCA QUI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here