Energia: nasce piattaforma web per un’economia a basse emissioni di CO2

Al via la piattaforma web imeas.eu, ideata da ENEA per condividere esperienze e strumenti a supporto della transizione energetica verso un’economia a basse emissioni di CO2.

Al via la piattaforma web imeas.eu, ideata da ENEA per condividere esperienze e strumenti a supporto della transizione energetica verso un’economia a basse emissioni di CO2. Il nuovo applicativo nasce nell’ambito del progetto europeo IMEAS (Integrated and Multi-level Energy models for the Alpine Space), di cui ENEA è capofila, per condividere nuovi strumenti di pianificazione e implementazione delle politiche energetiche dei 7 Paesi dello Spazio Alpino (Italia, Francia, Germania, Austria, Slovenia, Svizzera e Liechtenstein).
“La Piattaforma è una vera e propria community di persone e istituzioni che, una volta registrati sul sito, possono accedere a strumenti open source, linee guida e documentazione su tematiche relative a energia e clima e dove possono condividere i loro stessi risultati, prodotti ed esperienze fino alla promozione di eventi e news. Le registrazioni in questa prima fase vedono in prima linea utenti da Germania, Francia, Slovenia, Austria e Italia appartenenti a enti di ricerca, agenzie energetiche e istituzioni ma anche privati cittadini”, spiega Roberta Roberto, ricercatrice ENEA del Dipartimento Tecnologie Energetiche e responsabile del progetto.
Finanziato con circa 2 milioni di euro dal Fondo europeo di sviluppo regionale, il progetto IMEAS coinvolge 12 partner[1] sull’integrazione multi dimensionale della governance e sull’incremento delle capacità necessarie per un’efficace pianificazione energetica.
“Crediamo che l’utilizzo di metodologie integrate e armonizzate abbia un ruolo fondamentale nell’attuazione di strategie efficaci per abbattere le emissioni di CO2. Consentendo la condivisione di strumenti e informazioni la piattaforma diventa sia uno spazio interattivo che un modo per favorire la disseminazione dei risultati dei progetti e delle ricerche che verranno inseriti dagli utenti dei vari Paesi. Questo inoltre permetterà di creare rete tra utenti con interessi e competenze comuni”, conclude Roberto.
[1] ENEA (Italia); Fondazione per l’Ambiente T.Fenoglio ONLUS (Italia); Provincia Autonoma di Trento (Italia); Auvergne-Rhône- Alpes Énergie Environnement (AURA-EE, Francia); B.A.U.M. Consult GmbH München (Germania); Energy and Environmental Centre Allgäu (Germania); Energieinstitut Vorarlberg (EIV, Austria); Federal State Vorarlberg (VLBG, Austria); Energy Agency of Savinjska,Šaleška and Koroška Region (KSSENA, Slovenia); Municipality of Celje (Slovenia); Center for Energy and Municipal Research (CREM, Svizzera); Liechtenstein Institute for Strategic Development (ISD, Liechtenstein).
Foto e Notizie: Ufficio Stampa ENEA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here