Nazionale, l’Italia incassa un poker nella seconda amichevole con la Francia

Battuta d’arresto per l’Italia. Dopo il successo di misura di sabato sera, gli azzurri cadono a Megeve contro la Francia incassando un poker di reti

Battuta d’arresto per l’Italia. Dopo il successo di misura di sabato sera, gli azzurri cadono a Megeve contro la Francia incassando un poker di reti. L’unica marcatura azzurra porta la firma di Daniel Frank, che ha avuto anche la possibilità di pareggiare la partita prima dell’uno-due finale dei transalpini. Ora gli azzurri tornano ad Aosta prima di trasferirsi in Svizzera: martedì sera a Biel-Bienne, con ingaggio d’inizio alle ore 20.15 e diretta sulla TV di Stato SRF2, è in programma il terzo test-match pre-mondiale contro la forte formazione elvetica. Mercoledì 5 maggio il Blue Team farà poi rientro al quartier generale di Bolzano, dove sono previste le ultime due amichevoli contro l’Austria (sabato 8 e domenica 9 maggio) e dove è previsto l’arrivo del difensore Thomas Larkin, reduce dall’eliminazione dai play-off della DEL germanica con il Mannheim.
Rispetto alla sfida di 24 ore prima ad Aosta, coach Greg Ireland concede un turno di riposo ad Anthony Bardaro e ad Enrico Larcher, il cui posto viene preso rispettivamente da Peter Hochkofler e dall’esordiente Fabian Dellagiacoma, giovanissimo terzino classe 2003 dell’Appiano. In porta parte titolare Justin Fazio con il baby Damian Clara (classe 2005) come back-up, mentre sono ancora out molti dei big, tra cui Kostner, Trivellato, Frigo e Gander. E’ un’Italia con pochissima esperienza internazionale, dunque, quella che scende in pista a Megeve, e il “mantra” sin dal primo ingaggio è quello di chiudere gli spazi in difesa e cercare di colpire in contropiede. Per i primi 20 minuti il compito riesce alla perfezione. La pressione francese è pressochè costante ma sterile, anche perché Fazio ci mette del suo in almeno tre-quattro occasioni, e paradossalmente è proprio l’Italia a sfiorare il vantaggio. Una discesa di Deluca sulla destra viene respinta da Hardy, il rimbalzo finisce sul corpo e poi sul bastone di Diego Glück, che va a pochi centimetri dal gol del vantaggio.
In avvio di secondo tempo la musica non cambia: Francia avanti tutta, azzurri che cercano di sfruttare i ribaltamenti di fronte e gli errori degli avversari. Ne capita uno al portiere Hardy, che regala il disco dietro porta a Petan: anziché tirare, l’attaccante italiano preferisce servire Magnabosco che però spara sul goalie transalpino. I padroni di casa non accusano il colpo e girano la partita in meno di due minuti. Il vantaggio è firmato da Farnier, servito sul secondo palo con Fazio fuori causa. Il portiere azzurro non può nulla poco più tardi neppure su Treille: tiro di Baazi dalla distanza, il pattino di March fa rimbalzare il disco sul gambale di Fazio e per l’attaccante francesce è un gioco da ragazzi depositare in rete a porta vuota. L’Italia prova a reagire, ma fatica a mettere il naso nel terzo avversario, eccezion fatta per un’incursione di Petan neutralizzata da Buysse, che nel frattempo ha sostituito Hardy.
In avvio di ultima frazione, gli azzurri hanno l’occasione per riaprire il match, e la sfruttano: buona circolazione in power-play, il disco arriva a Frank che sfrutta il traffico davanti alla gabbia per bucare Buysse. Lo stesso Frank, poco più tardi, ha sul bastone addirittura il disco del pareggio quando si invola da solo in inferiorità numerica, ma l’attaccante meranese si fa murare dall’estremo avversario. Gli azzurri sembrano rinfrancati, però le speranze di rimonta vengono frustrate da Treille, che trova il rimbalzo vincente per il 3-1 e la doppietta personale. Nel finale coach Ireland tenta la carta del sesto uomo di movimento, ma il gol a porta vuota di Correia chiude i conti.
FRANCIA-ITALIA 4-1 (0-0; 2-0; 2-1)
MARCATORI: 25.52 Loic Farnier (1-0 Kevin Bozon, Jordann Bougro), 27.32 Sacha Treille (2-0 Aziz Baazi, Fabien Colotti), 43.51 Daniel Frank (2-1 PP Enrico Miglioranzi), 48.35 Sacha Treille (3-1 Rudy Matima, Kevin Hecquefeille), 59.35 Julien Correia (4-1 EN Damien Fleury, Kevin Hecquefeille)
FRANCIA: Florian Hardy (dal 29.33 Henry-Corentin Buysse); Aziz Baazi – Antonin Manavian, Romain Bault – Kevin Hecquefeille, Jules Boscq – Vincent Llorca, Maxime Moisand; Jordan Perret – Peter Valier – Damien Fleury, Sacha Treille – Fabien Colotti – Rudy Matima, Florian Douay – Nicolas Ritz – Guillaume Leclerc, Kevin Bozon – Jordann Bougro – Loic Farnier, Julien Correia. Coach: Philippe Bozon
ITALIA: Justin Fazio (Damian Clara); Sebastiano Soracreppa – Lorenzo Casetti, Phil Pietroniro – Gianluca March, Fabian Dellagiacoma – Daniel Glira, Gregorio Gios – Enrico Miglioranzi; Michele Marchetti – Thomas Galimberti – Angelo Miceli, Marco Magnabosco – Alex Petan – Daniel Frank, Tommaso Traversa – Raphael Andergassen – Stefano Giliati, Diego Glück – Simon Pitschieler – Ivan Deluca, Peter Hochkofler. Coach: Greg Ireland
ARBITRI: Jimmy Bergamelli – Geoffrey Barcelo (Nicolas Costantineau – Vincent Zede)
NOTE: penalità 10’ – 12’ + 10’ Ivan Deluca  (2’ – 4’;  4’ – 4; 4’ – 4’ ); tiri in porta 34 – 20 (12 – 6; 13 – 7; 9 – 7)
Amichevoli
Italia-Francia 1-0
Francia-Italia 4-1
4 maggio – ore 20.15 (Biel/Bienne) – Svizzera-Italia
8 maggio – ore 18 (Bolzano) – Italia-Austria
9 maggio – ore 16 (Bolzano) – Italia-Austria
Foto e Notizie: Ufficio Stampa FISG/Andi King Photograpy

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here