Sudtirol Bolzano – Igor Volley Novara 1 a 3 Serie A1 Volley, una bella vittoria in trasferta

Ottava vittoria consecutiva (di cui sei in campionato) per la Igor Volley di Marco Fenoglio, che vince 1-3 a Bolzano

lps_3583Ottava vittoria consecutiva (di cui sei in campionato) per la Igor Volley di Marco Fenoglio, che vince 1-3 a Bolzano e inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno con tre punti pesanti. Top scorer del match Celeste Plak (20 punti e il 56% in attacco per lei), prezioso l’ingresso in campo di Francesca Piccinini (86% offensivo per lei) e premiante, per le azzurre, anche l’utilizzo in battuta di Giorgia Zannoni: per lei un ace e due punti complessivi e una lunga serie di break-point propiziati.
Salvagni schiera Popovic in diagonale alla regista Pincerato, Bauer e Zambelli al centro, Papa e Bartsch in banda e Bruno libero; sestetto inedito per Fenoglio, che sceglie Barun Susnjar opposta a Dijkema, Bonifacio e Chirichella al centro, Pietersen e Plak in banda e Sansonna libero. Costante nel corso del match anche l’ingresso di Zannoni su Bonifacio (la possibilità di cambi tra “under” italiane è illimitata) in battuta.
Il match si apre col duello tutto croato tra Popovic e Barun Susnjar (2-3) e gli errori di Bartsch e Zambelli che generano il primo allungo azzurro (4-7) prima del maniout di Plak che sul 6-10 costringe Salvagni al timeout. Barun Susnjar e Pietersen (due pipe consecutive a segno) aumentano il “gap” fino al +6 (8-14), il turno in battuta di Bauer ricuce lo strappo riportando Bolzano sul 14-16 con l’ace della centrale francese e poco dopo Papa, murando Barun Susnjar, innesca il punto a punto rotto dalla diagonale di Plak per il 19-21. Chirichella manda out (21-21), Donà entra e trova in battuta (ace per lei) il break decisivo sul 22-24; Salvagni ferma il gioco, Bartsch annulla il set ball e dopo il timeout di Fenoglio è Pietersen, di potenza, a siglare il 23-25 che chiude il parziale
Botta e risposta a muro tra Bonifacio (1-2) e Bauer (4-3), Pietersen in pipe (6-6) ricuce il tentativo di break di Bolzano (5-3) e dopo la diagonale vincente di Bartsch (9-8) Plak (9-10) e un errore di Popovic danno il doppio vantaggio alle azzurre sul 10-12 con Salvagni che ferma il gioco. Sull’11-14 e con Zannoni in battuta la Igor chiude in anticipo la pratica: con un ace e una difesa vincente (la palla, recuperata in tuffo, è caduta poi in campo avversario) il libero torinese propizia lo 0-8 che vale l’11-22 azzurro. Tra le padrone di casa, cambio di diagonale con Matuszkova e Spinello al posto di Pincerato e Popovic: non cambia però l’andamento del set con Plak che conquista il set ball (14-24) e Dijkema che chiude con un attacco di seconda (14-25).
Riparte bene Novara, che conquista un break di vantaggio (2-4) prima che un errore di Barun Susnjar ricucia il gap (4-4) e galvanizzi Bolzano: le padrone di casa allungano con il muro di Popovic e l’errore in attacco di Alberti, appena entrata per Chirichella, fino al 10-6 firmato a muro da Bauer su Plak. Fenoglio ferma il gioco, dal 14-19 Plak riporta sotto le azzurre al -3 (14-11) ma la reazione di Bolzano è affidata ancora al muro, stavolta di Zambelli, per il 17-11. Novara, tra le cui fila ci sono Cambi e Piccinini, non rientra più mentre Bolzano mantiene le distanze con Popovic (21-15) e Bartsch (23-18) che conquista subito dopo il set ball in maniout (24-18). Bonifacio annulla in primo tempo, poi Zambelli chiude in fast per il 25-19.
Fenoglio conferma Cambi in regia e Piccinini in banda ed è la capitana azzurra ad andare a segno per il 2-3, Bolzano si gioca il tutto per tutto (6-4) ma ancora Piccinini e un muro di Chirichella rilanciano la Igor sul 6-7 con la centrale partenopea che trova poi l’ace del 7-9. Popovic risponde in diagonale, Plak va a segno in attacco (9-10) e in battuta (10-12) e poi amplia ulteriormente il gap con la pipe vincente (10-14). Bolzano non reagisce, Novara scappa 12-20 con l’ace di Barun Susnjar cui segue una gran diagonale di Piccinini (12-21) e Chirichella in fast avvicina il traguardo (13-23). Spalle al muro, Bolzano si affida al servizio di Popovic che con due ace fa 17-23 e poi le padrone di casa, dopo i due timeout chiamati da Fenoglio, accorciano ancora fino al 21-24 con il muro di Bartsch. Cambi si affida poi a Plak e l’olandese chiude i giochi in diagonale, con l’attacco vincente del 21-25.
Sudtirol Bolzano – Igor Volley Novara 1-3 (23-25, 14-25, 25-19, 21-25)
Sudtirol Bolzano: Bertone ne, Zancanaro ne, Bruno (L), Matuszkova, Spinello, Bauer 8, Papa 16, Pincerato, Popovic 13, Vrankovic ne, Bartsch 16, Zambelli 4. All. Salvagni.
Igor Volley Novara: Alberti, Cambi, Plak 20, D’Odorico ne, Donà 1, Pietersen 9, Bonifacio 6, Chirichella 7, Sansonna (L), Piccinini 6, Dijkema 1, Zannoni 2, Barun Susnjar 16. All. Fenoglio.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Igor Volley Novara

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here