Rossini a Castell’Alfero 15 luglio 2018, Enrico Iviglia presenta il suo “Barbiere di Siviglia”

Nel Castello dei Conti Amico andrà in scena una versione del "Barbiere di Siviglia" con due spettacoli e apericena

Il 15 luglio, nella bellissima cornice di Castell’Alfero, termina la kermesse “Rossini a Castell’Alfero” con il quarto e ultimo appuntamento.
Nel Castello dei Conti Amico andrà in scena una versione del “Barbiere di Siviglia” con due spettacoli e apericena:
-Primo spettacolo alle ore 17,30 (durata un’ora e mezza) e a seguire l’apericena a cura della Pro-Loco
-Secondo spettacolo alle 20 (durata  un’ora e mezza) e a seguire l’apericena
22 Euro – Ingresso sala Rossa – Info e prenotazioni Renata 329 0137778 | Giorgia 339 6460141 (ore serali).
A parlare del bellissimo Festival Rossiniano è stato proprio il suo inventore Enrico Iviglia:
Buongiorno Enrico, comincio chiedendoti un bilancio delle prime tre date… Sei soddisfatto di come è stato recepito questo Festival?
“Rossini a Castell’Alfero” è stata una scommessa nata con l’obiettivo di fare un qualcosa di culturalmente valido che potesse far conoscere Rossini. Personalmente sono molto contento sia per la gente che ha partecipato agli appuntamenti che per la qualità degli Artisti coinvolti in questo progetto.
Penso, per esempio, al “Quintetto di Ottoni”, ma anche a chi parteciperà al quarto appuntamento… La gente ha potuto davvero vedere dei musicisti e delle voci di assoluto livello e resta la soddisfazione di essere stati l’unica kermesse di questo tipo interamente dedicata a Rossini in Piemonte.
Questo Festival, hai spiegato più volte, è stato anche un regalo fatto alla tua città per il tuo compleanno… Per i prossimi compleanni festeggerai sempre così?
Dovrete aspettare i miei 50 anni per un altro Festival così (ride). Battute a parte, non ci sono progetti per il futuro… Questo è stato un regalo per la comunità e devo dire che si è anche riusciti a incastrare bene il calendario per poter fare tutto.
Inizialmente l’idea era di farlo in autunno, ma non sapevo come sarebbero stati i miei impegni e in questi quattro mesi siamo stati molto fortunati.
Parlando dell’ultimo appuntamento, cosa si deve aspettare chi verrà a vedere questo “Barbiere di Siviglia”?
Sicuramente di ascoltare delle bellissime voci, ma posso dirti che sarà anche un bello spettacolo perché la trama che ho scritto ha in mezzo i punti musicali… Quindi chi verrà a vederlo potrà seguire sul suo foglio senza perdersi un momento della storia!
L’appuntamento va chiaramente visto in chiave concertistica e il Castello dei Conti Amico, seppure sia più antico rispetto al Barbiere, ritengo sia una cornice perfetta per questo spettacolo.
Parlando di te, cosa ti porti dietro da questi primi 40 anni?
Solo cose belle e di questo ringrazio Dio tutti i giorni. I miei genitori stanno bene e ho un lavoro che riesco a fare con una certa continuità…
Un auspicio per i prossimi quaranta?
Voglio lasciare dei segni molto forti nelle persone di Castell’Alfero, in questa città ci son state tante persone che han fatto del bene e io voglio farne il più possibile da vivo. Noi uomini di cultura abbiamo la possibilità di far scoprire cose nuove, come spero di aver fatto con “Rossini a Castell’Alfero”, e voglio riuscire a lasciar più segni possibili!
Il tuo messaggio a chi verrà a vedere il “Barbiere di Siviglia”
Dopo aver sentito questi concerti voglio augurare a tutti “Buona Estate”… Magari aggiungendo un pezzo di quelli sentiti alla playlist estiva!

La Redazione di CronacaTorino.it ringrazia Enrico Iviglia e la sua Famiglia per la disponibilità e la gentilezza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here