San Valentino al Castello di Miradolo 14 febbraio 2020, le proposte della Fondazione Cosso

Venerdì 14 febbario, alle ore 21, la Fondazione Cosso è lieta di accogliere la presentazione del libro “IL GIGANTE DEL NILO. Storia e avventure del Grande Belzoni”

Venerdì 14 febbario, alle ore 21, la Fondazione Cosso è lieta di accogliere la presentazione del libro “IL GIGANTE DEL NILO. Storia e avventure del Grande Belzoni” (Ed. Mondadori, 2019) con l’autore Marco Zatterin. Dialogherà con lui Silvia Einaudi, egittologa.
Un uomo alto due metri, massiccio, con una folta barba rossa, vestito alla turca, entra per primo, dopo tremila anni, nella tomba di Sethi I. Ha trentanove anni e una vita romanzesca alle spalle. È nato a Padova, ha fatto il barbiere, ha studiato idraulica, lavorato in teatro a Londra e in giro per l’Europa. Si chiama Giovanni Battista Belzoni, ma nel vecchio continente tutti lo conoscono come «The Great Belzoni». È senza dubbio il primo grande archeologo italiano in Egitto, forse uno dei più grandi in assoluto nell’età più avventurosa della «corsa» al Paese dei faraoni, a cavallo tra Settecento e Ottocento, l’età della spedizione napoleonica e delle scoperte di Champollion.
Questa avvincente biografia porta alla luce uno dei personaggi centrali nella storia dell’incontro fra Europa ed Egitto: dalle esibizioni sulla ribalta come «Sansone Patagonico» al recupero della testa di Ramses II e al dissabbiamento del tempio di Abu Simbel, dalla soluzione dell’enigma della piramide di Chefren fino alla morte solitaria in Nigeria, nel tentativo di raggiungere la mitica Timbuctu.
Grazie a numerosi documenti inediti, Marco Zatterin ricostruisce le gesta rocambolesche e le fondamentali scoperte archeologiche del «gigante del Nilo» e indaga sulle rivalità che il suo attivismo suscitò nei «concorrenti» e sulla successiva esclusione dall’empireo dell’egittologia.
Ingresso gratuito alla presentazione. Prenotazione obbligatoria al n° 0121.502761 prenotazioni@fondazionecosso.it
Marco Zatterin (Roma 1961), giornalista specializzato in temi economici ed europei, è vicedirettore de «La Stampa», per cui dal 2006 al 2016 è stato corrispondente da Bruxelles. È appassionato di storia ed egittologia in particolare, oltre che di letteratura poliziesca e musica rock. Tra i suoi libri Sherlock Holmes. Indagine su un mito centenario (1987), In viaggio con Sherlock Holmes (1994), Trafalgar (2005) e Il gigante del Nilo (2019)
Silvia Einaudi, egittologa, ricercatrice associata presso l’École Pratique des Hautes Étude di Parigi. È stata ricercatrice post-dottorato all’Università di Montpellier e ricercatrice invitata all’École du Louvre. Tiene corsi sull’antico Egitto a Parigi ed è epigrafista della missione archeologica francese nella tomba di Padiamenope (TT 33) a Luxor. I suoi principali ambiti di ricerca sono: il Libro dei Morti, la storia della collezione Drovetti, la formazione del Museo Egizio di Torino, la nascita e gli sviluppi dell’egittologia nell’Ottocento, le tombe monumentali tarde della necropoli dell’Asasif (fine VIII-metà VI sec. a.C.).
San Valentino al Castello
Venerdì 14 febbraio, in occasione della Festa di San Valentino, la mostra dedicata alla fotografia di Oliviero Toscani, ospitata nelle sale del Castello di Miradolo e nel suo Parco storico, sarà visitabile per tutte le coppie con ingresso 2×1.
La mostra osserverà un orario di apertura esteso, fino alle 23.
Le coppie che lo desiderano possono unire alla visita della mostra un aperitivo o una dolce degustazione, a cura dell’Antica Pasticceria Castino di Pinerolo. Le proposte sono un Aperitivo al Castello, per fare insieme un brindisi accompagnato da una selezione della migliore pasticceria fresca salata Castino.
Costo: 10 euro a persona. Prenotazione obbligatoria
Dolce degustazione a base di prelibatezze Castino accompagnate da un calice di vino o da una cioccolata calda. Costo: 10 euro a persona. Prenotazione obbligatoria.
Informazioni e prenotazioni allo 0121502761 e-mail prenotazioni@fondazionecosso.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here