Asti: il 24 maggio alle 18 in Sala Pastrone anteprima Passepartout con Elisabetta Sgarbi

La proiezione verrà introdotta da Elisabetta Sgarbi

asti-24-maggio-sala-pastrone-anteprima-passepartout-elisabetta-sgarbiConcluso il ciclo Passepartout Cinema, martedì 24 maggio alla 18 in Sala Pastrone una nuova anticipazione del festival Passepartout con la proiezione del film documentario “Deserto Rosa – Luigi Ghirri” di Elisabetta Sgarbi (2009) dedicato alla figura di uno dei più influenti fotografi italiani del Novecento.

Aiuto regia Eugenio Lio, musica Franco Battiato, produzione Betty Wrong, scenografia Luca Volpatti, fotografia Daniele Baldacci, voci di Toni Servillo e Andrea Renzi, attori Sabrina Colle e Andrea Renzi, testi Aleksandr Sokurov. Film presentato alla 67a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

La proiezione verrà introdotta da Elisabetta Sgarbi, intervistata da Roberta Bellesini. Ingresso libero.

Accostarsi alle fonti dell’emozione, criterio-guida fondamentale di tutta l’opera del grande fotografo Luigi Ghirri: questo è l’obiettivo del film. L’estremo progetto di Luigi Ghirri, purtroppo non realizzato, era una “casa delle stagioni”: acquistare un casolare, che compare nelle ultime opere del fotografo, nei pressi della sua casa di Roncocesi, e allestirvi mostre legate, ciascuna, alla stagione corrente, in modo da creare una stretta relazione tra tempo naturale e tempo dell’arte. A questo progetto interrotto si ispira “Deserto rosa”, in cui la telecamera “visita” una serie di paesaggi fotografati da Ghirri appunto secondo l’alternarsi delle stagioni: Primavera, Estate, Autunno, Inverno e Primavera notturna. Aleksandr Sokurov racconta ciascuna stagione rappresentata nel film, focalizzando in forma narrativa la il sentimento della ciclicità del tempo di Luigi Ghirri. Paola Borgonzoni Ghirri lo ha così raccontatoLuigi Ghirri era sempre là, sospeso su quella fune sopra a un campo innevato, sulla terra arata o confuso nella nebbia, sempre un po’ più in alto di me anche sulle spiagge dell’Adriatico nella luce del tramonto estivo che regala a questo mare il turchese e lo smeraldo“.

Con il titolo “1922-2022 Fragile Occidente”, il festival Passepartout, giunto alla diciannovesima edizione, si svolgerà da venerdì 3 a domenica 12 giugno, organizzato dalla Biblioteca Astense Giorgio Faletti con la Città di Asti e la Regione Piemonte. Direttore scientifico Alberto Sinigaglia. Programma disponibile su www.passepartoutfestival.it

Passepartout si avvale del sostegno di: Città di Asti, Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Fondazione CRT e Reale Mutua Assicurazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here