Anziana truffata Nichelino da finto addetto del gas, consigli per le vittime

L’arrestato è gravemente indiziato di truffa aggravata commessa il 12 aprile scorso ai danni di una pensionata di 81 anni.

carabinieriL’operazione è stata condotta dai Carabinieri della Tenenza di Nichelino.
Secondo quanto spiegato, i militari hanno arrestato un presunto truffatore seriale di anziani. In base a quanto appurato dalle indagini, si sarebbe finto un addetto al controllo dell’impianto del gas (indossando un giubbotto con la scritta “GAS”) e una volta in casa avrebbe chiesto alle vittime di togliere gli oggetti di metallo e appoggiarli sul letto.
Stando alle informazioni dei Carabinieri, ultimato quello che era il “finto controllo”, l’uomo si sarebbe impossessato dei soldi e dei gioielli della vittima.
Il truffatore sarebbe stato incastrato dalle telecamere installate a casa della sua ultima vittima. Si tratta di un 53enne residente ad Asti. L’uomo è gravemente indiziato di truffa aggravata commessa il 12 aprile scorso ai danni di una pensionata di 81 anni. Nella villa, i Carabinieri hanno trovato diversi brillantini e 3.700 euro. L’uomo è sospettato di decine di truffe.
L’attenzione su queste truffe rimane alta. Ecco alcuni stratagemmi che i truffatori usano:
I truffatori si spacciano per operatori del gas, tecnici telefonici, operai ecc. Con la scusa di effettuare degli interventi di manutenzione, minacciando fantomatiche esplosioni in caso di mancato intervento, invitano le persone anziane a farsi aprire la porta e a mettere in un “luogo sicuro” i propri ori o il proprio denaro.
In altri casi, facendo leva sulla loro sensibilità, i truffatori contattano al telefono le vittime, spacciandosi per figli, nipoti o parenti in difficoltà per svariati motivi, tra i quali avere appena subìto un evento drammatico (un incidente stradale, di aver un imminente bisogno di liquidità per stipulare un’assicurazione ecc.) ed invitano gli anziani a consegnare il denaro o i gioielli ad un’amica, altra complice della truffa.
Fondamentale resta mettere in guardia gli anziani di fronte a questi pericoli e avvisare le Forze dell’Ordine in caso di tentata truffa.