Arresto latitante Asti, doveva scontare due anni e sei mesi in carcere

Il giovane cittadino rumeno veniva quindi dichiarato in arresto e, a seguito dell’espletamento dell’incombenze di rito, accompagnato alla Casa di Reclusione di Asti.

fullsizerenderLa pattuglia della Polizia di Stato – Squadra Volanti della Questura di Asti, nell’ambito dell’attività di prevenzione dei reati e controllo del territorio, intensificata in occasione del “Settembre Astigiano”, nella giornata di martedì 13 settembre ha tratto in arresto un cittadino rumeno di 31 anni, fermato in Corso Don Minzoni mentre viaggiava su una Renault Espace con targa bulgara in compagnia di altri suoi due connazionali.
Secondo quanto spiegato, gli agenti, in servizio di controllo sul territorio, avrebbero incrociato la macchina con a bordo i tre cittadini rumeni e, insospettiti dalla presenza dei due occupanti e dall’andatura del veicolo, particolarmente lenta, la seguivano fino a Corso Don Minzoni, dove procedevano al fermo.
In base a quanto appurato, nei confronti del fermato risultava pendente un ordine di cattura emesso dall’Ufficio Esecuzione Penale della Procura della Repubblica di Siena per un cumulo di pena da scontare in carcere pari ad anni 2 e mesi 6 per reati contro il patrimonio. Il giovane cittadino rumeno veniva quindi dichiarato in arresto e, a seguito dell’espletamento dell’incombenze di rito, accompagnato alla Casa di Reclusione di Asti. Veniva inoltre sequestrata della marijuana trovata indosso a uno degli occupanti del veicolo, anch’egli con svariati precedenti per reati analoghi. Lo stesso veniva segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti.