Casa occupata abusivamente Barriera di Milano Torino, poliziotti aggrediti

Gli agenti hanno arrestato la donna, già nota alle Forze dell'Ordine, per i reati di lesioni personali e per violenza o minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale

Ieri, 21 novembre 2018, è stata eseguita una procedura di sfratto nei confronti di una famiglia nigeriana in ausilio all’Ufficiale Giudiziario.
Secondo quanto spiegato, il servizio è stato eseguito dal Commissariato “Barriera Milano” e coadiuvato da personale del V° Reparto Mobile di Torino e della Polizia Scientifica nonché da operatori della Polizia Municipale.
In base a quanto appurato, una volta sul posto i poliziotti hanno tentato una mediazione con l’occupante, una cittadina nigeriana di 46 anni, ma la signora ha aggredito gli operatori. Nel frattempo sono sopraggiunti i tre figli della donna, di 8, 10 e 17 anni.
Il diciassettenne avrebbe anche colpito un poliziotto con un pugno al petto. Gli agenti hanno cercato di spiegare al ragazzo le ragioni del loro intervento, ma questi sarebbe diventato ancora più aggressivo incitando anche i fratelli più piccoli a fare lo stesso. Il primogenito avrebbe spinto gli operatori verso per le scale, avrebbe afferrato due agenti per i giubbotti e si sarebbe lanciato nella tromba delle scale. I tre sono caduti a terra, e a causa del volo hanno riportato diversi traumi a gambe e schiena.
Durante le trattative, la cittadina nigeriana, che sembrava ormai convinta e stava recuperando parte delle sue cose, udendo la voce dei figli ha morso un operatore al petto. Due poliziotti riportavano una distorsione al gomito e una distorsione alla mano. Gli agenti hanno arrestato la donna, già nota alle Forze dell’Ordine, per i reati di lesioni personali e per violenza o minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale. Anche il figlio 17enne è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per gli stessi titoli di reato.
La 46enne è stata anche denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato in quanto gli operatori hanno potuto accertare che la stessa era allacciata abusivamente alla rete elettrica, avendo manomesso il contatore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here