Giocatore diventa rapinatore seriale Torino, cinque i colpi finora accertati

L’uomo è stato individuato e fermato grazie alle immagini delle telecamere di sicurezza dei negozi rapinati.

Carabinieri-300x220Aveva perso tutto alle slot machine e così, oberato dai debiti, avrebbe deciso di recuperare i soldi persi rapinando i negozi di Torino e provincia.
Secondo quanto spiegato, sceglieva solo le attività gestite da donne e puntando un taglierino o una chiave da meccanico alle ragazze, avrebbe messo a segno decine di colpi, cinque quelli individuati.
In base a quanto appurato, lunedì scorso, alle 19, a Rivoli, i militari della Compagnia hanno arrestato, dopo settimane di indagini, un uomo di 50 anni, abitante a Torino. L’uomo è stato individuato e fermato grazie alle immagini delle telecamere di sicurezza dei negozi rapinati. L’uomo soffre di una grave patologia di ansia da gioco d’azzardo compulsivo.
Ex titolare di un negozio d’abbigliamento, aveva iniziato a giocare per pagare i debiti del suo negozio e poi ha iniziato a rubare per pagare i debiti di gioco. “Voglio dire – avrebbe detto l’uomo – che prima di fare queste rapine mi sono accertato che all’interno ci fossero solo donne e che non è mai stata mia intenzione far loro del male. Sono malato di gioco e non riuscivo a smettere “. L’uomo è sospettato di aver messo a segno decine di colpi in tutta la provincia di Torino. (M.ram.)