Marijuana in abitazione Torino, scoperta dopo un tentato furto

Una volta all’interno, il ragazzo ha tentato, inutilmente, di rassicurare gli agenti in modo tale che uscissero il più presto possibile, ma l’odore di marijuana nella stanza che condivide con un altro coinquilino era davvero forte

Il giovane è entrato a malincuore nel suo appartamento accompagnato dai poliziotti della Squadra Volante, che volevano sincerarsi che non mancasse niente dall’alloggio dopo che ignoti, nella notte, si erano introdotti all’interno ed avevano rotto alcune porte.
Secondo quanto spiegato, il ragazzo era andato a dormire dalla nonna, quindi non si era accorto di nulla, ma al mattino dei vicini di casa avevano notato la porta d’ingresso forzata ed avevano chiamato la Polizia. Una volta all’interno, il ragazzo ha tentato, inutilmente, di rassicurare gli agenti in modo tale che uscissero il più presto possibile, ma l’odore di marijuana nella stanza che condivide con un altro coinquilino era davvero forte. Così i poliziotti hanno perquisito l’armadio, rinvenendo più di 400 grammi di marijuana. Il giovane è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.