Prostituzione, spaccio e documenti falsi Asti, GdF smantella banda specializzata

La Guardia di Finanza ha arrestato due persone mentre altre due risultano essere latitanti e sono quindi ricercate per prostituzione, spaccio e documenti falsi

gdfL’operazione è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Asti.
Secondo quanto spiegato, i Finanzieri hanno arrestato due cittadini dell’Est Europa di 23 e 32 anni ed altri due risultano latitanti.
In base a quanto appurato dalle indagini, il gruppo spaziava dal traffico di sostanze stupefacenti, allo sfruttamento della prostituzione ed alla ricettazione ed intermediazione di documenti falsi da usare per la libera circolazione all’interno dell’Unione Europea.
Le indagini avrebbero consentito di scoprire addirittura che il gruppo avrebbe sfruttato almeno tre ragazze avviandole alla prostituzione. Le giovani coinvolte sarebbero state maltrattate e per una che era incinta era addirittura stato previsto un aborto.
I compensi destinati ai fermati, invece, per la produzione dei documenti falsi giungevano attraverso attraverso i circuiti “money transfer” che permettevano operazioni più frammentarie.

1 COMMENTO

  1. A prescindere dai riti woodoo, in ambito di prostituzione tra soggetti maggiorenni, mi domando il motivo per il quale a cadere vittime della tratta di persone a sfondo sessuale debbano essere sempre le donne straniere, mentre quelle italiane ne debbano essere quasi esenti, sia in Italia, sia all’estero ed il motivo per il quale i marciapiedi del sesso a pagamento si svuotano durante le vacanze natalizie e pasquali, per non dire di osservare le stesse professioniste con uno smartphone in mano ed anche un’autovettura a disposizione. La risposta a tutto questo è quella che la schiavitù del sesso a pagamento non è molto diffusa.

Comments are closed.