Rissa stazione ferroviaria Asti, colpito alla testa per gelosia

I tre giovani sono stati denunciati per rissa e il malcapitato anche per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

PoliziaAlle 14,00 di sabato 4 marzo scorso personale della Polizia di Stato – Polizia Ferroviaria di Asti è intervenuto per un litigio tra ragazzi verificatosi sui marciapiedi del binario 1.
Secondo quanto spiegato, gli operanti, intervenuti sul posto, prestavano i primi soccorsi ad un giovane disteso a terra, con il viso sanguinante, cosciente, attorniato da alcuni suoi coetanei.
Il giovane, un ragazzo originario del Marocco del 1998, residente ad Alessandria, sarebbe stato prontamente trasportato presso l’Ospedale civile di Asti e ricoverato in prognosi riservata per fratture ed ematomi.
In base a quanto appurato, dai primi accertamenti effettuati e dalle dichiarazioni rese da alcuni testimoni, tra cui due coetanei della parte lesa, sarebbe stato appurato che il giovane ed altri due ragazzi, di cui uno minorenne, erano venuti alle mani per motivi di gelosia nei confronti di una ragazza.
Nella circostanza la parte lesa aveva brandito un martelletto frangi vetro, del tipo di quelli normalmente in dotazione ai mezzi pubblici, poi recuperato e sequestrato dagli operatori, mentre gli altri due contendenti lo avrebbero colpito alla testa, anche con un ombrello, fuggendo poi velocemente dalla stazione.
Le immediate indagini operate dal personale intervenuto, in collaborazione con la Squadra Mobile della Questura di Asti, avrebbero consentito di risalire alle generalità degli altri due giovani, anch’essi di origine marocchina, di 18 e 16 anni, residenti in Asti, entrambi studenti di un istituto professionale del capoluogo.
I tre giovani sono stati denunciati per rissa e il malcapitato anche per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.