Sestriere, il grido della montagna nel flash mob promosso da ARPIET

Una nutrita rappresentanza di operatori della montagna che lavorano a Sestriere ha aderito al flash mob promosso da ARPIET, organizzato sabato 20 febbraio in tutte le stazioni sciistiche piemontesi.

Una nutrita rappresentanza di operatori della montagna che lavorano a Sestriere ha aderito al flash mob promosso da ARPIET, organizzato sabato 20 febbraio in tutte le stazioni sciistiche piemontesi. Alle 16.30 nel parterre di arrivo delle pistal Colle sono arrivati due gatti delle nevi della Vialattea attorno ai quali si sono posizionati i dipendenti della Sestrieres SpA insieme ai maestri di sci delle varie scuole, albergatori, ristoratori ed esercenti. Tutti insieme hanno voluto richiamare l’attenzione sull’importanza del comparto neve per l’economia dei territori montani e lanciare un segnale forte in un momento di emergenza così profondo. Il clacson dei gatti delle nevi ha rotto il silenzio e un lungo applauso ha congedato i partecipanti al flash mob.
“Chiare e precise sono le esigenze del mondo della montagna. Lavorare è importante, come lo è anche divertirsi, ma soprattutto lavorare. Qui ci sono migliaia di persone che lavorano. Noi siamo stati pronti tutto l’inverno per niente. Speriamo che questo momento così difficile finisca in fretta. Non sarebbe sopportabile il perdurare troppo a lungo di questa situazione” – ha commentato a caldo l’Ing. Giovanni Brasso, Presidente della Sestrieres SpA.
Oggi abbiamo assistito ad un altro grido della montagna – spiega il sindaco di Sestriere Gianni Poncet – che è a terra ed ha necessità di ripartire attraverso l’aiuto concreto dei vari enti proposti. Da loro ci attendiamo che possano erogare, prima possibile, congrui ristori fondamentali per il sostegno dei lavoratori e delle famiglie che vivono di montagna”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Comune di Sestriere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here