Situazione Alpitel Moncalieri, ritirati i licenziamenti

Si è chiusa con un importante traguardo la vertenza Alpitel, i cui vertici avevano paventato un taglio di circa 100 lavoratori spalmati su tutti gli stabilimenti italiani, una ventina solo su Moncalieri

Si è chiusa con un importante traguardo la vertenza Alpitel, i cui vertici avevano paventato un taglio di circa 100 lavoratori spalmati su tutti gli stabilimenti italiani, una ventina solo su Moncalieri. L’azienda ha accettato di accedere al Contratto di Solidarietà, così come proposto dai sindacati fin da subito. L’ammortizzatore toccherà 219 dipendenti interessati, con anticipo mensile in capo ad Alpitel. Si tratta, praticamente, dell’intera platea del personale indiretto interessato dalla procedura. Il contratto avrà una rotazione trimestrale, salvo per il personale volontario e che si aggancerà alla pensione per il tramite degli ammortizzatori sociali. Si è concordato inoltre un incentivo fino a 14 mila euro per i lavoratori che si agganceranno alla pensione nel periodo di vigenza degli ammortizzatori sociali, mentre per le fuoriuscite volontarie l’incentivo sarà definito in sede aziendale. “Un Grazie và alle lavoratrici e ai lavoratori di Alpitel – dichiara la Fiom -, costantemente informati nel corso di queste settimane, grazie al lavoro costante delle RSU e delle strutture FIM e FIOM territoriali – che hanno dato prova di grande carattere nel corso di questa non facile vertenza, con significative iniziative di mobilitazione a più riprese”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here