Ubriaco al volante Vercelli, era ricercato anche per furto in abitazione e truffa

A carico dell'uomo vi era un rintraccio per la notifica di un provvedimento di esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere

Alle ore 17 circa del 12 ottobre, durante il servizio di controllo del territorio, transitando in via Trieste, una pattuglia della Polizia di Stato ha notato una vettura dinanzi a quella di servizio, una Toyota Yaris di colore grigio che, in fila al semaforo posto in intersezione con via Restano, dopo aver visto la pattuglia, superava la fila e oltrepassava il semaforo rosso senza avvedersi degli altri veicoli, cercando di guadagnarsi la fuga.
Secondo quanto spiegato, subito gli agenti hanno proceduto al fermo del veicolo in questione identificando il conducente come un residente a Vercelli nella zona dell’intervento.
Si sarebbe così proceduto ad effettuare un verifica tramite banca dati, dalla quale sarebbero emersi a carico del conducente numerosi precedenti ed un rintraccio per la notifica di un provvedimento di esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, disposto dal Tribunale di Pavia ed emesso in data 03/10/2017, per furto in abitazione e truffa.
In base a quanto appurato, l’uomo è stato quindi arrestato in quanto destinatario della misura cautelare. Nella circostanza, il ricercato si sarebbe presentato anche in uno stato alterato, ovvero avrebbe presentato sintomi tipici dell’abuso di sostanze alcooliche. Il controllo con l’etilometro avrebbe evidenziando con esito positivo un valore di 2.30 g/l: quindi che lo ha portato ad essere indagato anche per la guida in stato di ebbrezza ex art. 186.2 CDS.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here