Mooncake Wear, la storia di un nuovo marchio torinese

La storia tra allegria e speranza di Mooncake Wear raccontata dai creatori Fabrizio Audisio e Giovanni Marinelli

Fabrizio Audisio e Giovanni Marinelli sono due torinesi che hanno deciso di buttarsi a capofitto nell’impresa di creare la loro linea di abbigliamento. A CronacaTorino.it hanno raccontato la nascita di Mooncake Wear e la voglia di emergere portando un messaggio positivo.
Dalla voglia di rinascita di questi due ragazzi, infatti, si poggia un marchio che farà presto parlare sia in città che in tutta Italia
Ciao ragazzi, cominciamo dall’inizio… Come nasce Mooncake?
GM: Lui è il fidanzato di mia sorella, la cosa dunque è tutta in famiglia. Fabrizio è tornato da poco dall’Inghilterra e io sono tornato da poco dal Giappone, ci siamo incontrati e abbiamo incominciato a discutere del futuro. Volevamo creare qualcosa e quindi abbiamo pensato di creare questo marchio.
FA: Abbiamo iniziato a parlare di questo anche perché non sapevamo letteralmente più cosa fare… Fai un colloquio e ti trattano male e oggi ormai il lavoro bisogna crearselo… Ci siamo detti “Incrociamo le dita e facciamolo”.
Che cosa rappresenta Mooncake però?
GM: In realtà dovrebbe essere una sorta di portafortuna. Un essere che porta della felicità
FA: Esatto, l’idea parte dal fatto che noi sostanzialmente eravamo arrivati al limite e dovevamo rialzarci in qualche modo. Questo personaggio dovrebbe farti dire: “Ok, ce l’ha fatta Moocake? Posso farcela anche io”.
Dalla semplicità arrivare all’essere un qualcosa quindi… Mooncake deve essere un pensiero di base semplice che arriva a essere qualcosa di grande. Il disegno rappresenta semplicità ed è infatti volutamente stilizzato.
La scelta del nome è arrivata da una rosa di dieci parole.
GM: Abbiamo cercato tutte quelle parole simpatiche, anche in diverse lingue, che trasmettessero qualcosa di positivo tipo amore, felicità e libertà.
FA: Siamo arrivati a Mooncake perché, se uno ci pensa, la mooncake è una torta dove puoi volendo mettere tutto quello che vuoi e mette sempre allegria.
Il logo sembra trasmettere una forte influenza giapponese…
GM: Beh sì, siamo entrambi appassionati di anime e manga quindi è ovvio che quella influenza ci sia.
FA: Qualcuno lo ha paragonato addirittura a un Pokemon. Comunque sì, penso che la nostra comune passione abbia portato alla creazione di Mooncake.
Quali sono i prodotti della vostra linea di vestiti?
FA: La Linea prevede T-Shirt per uomo in varie colorazioni con due tipi di stampe: frontale e laterale. Per le donne ci sono tre colori con la classica stampa frontale o sulla spalla destra. Abbiamo delle bagbase che sono sacche di quelle che si usavano una volta a scuola per le scarpe e che oggi i ragazzi usano per metterci il cellulare.
Su ordinazione ci sono cappellini, felpe e sciarpe. Stiamo cercando di sponsorizzare la cosa finora sui social network e stiamo cercando sponsor per ampliare quella che è la nostra attività.
Parlando a livello commerciale: quanto costa comprare da Mooncake?
FA: Il costo prevede per le taglie da bambini un 12 euro e sull’adulto un 15 euro per quello che riguarda le T-Shirt. Le bagbase invece sono intorno ai 5 euro, ci sono anche combo con 17 euro per maglietta e bagbase. Chiaramente più maglie acquisti più c’è la possibilità di avere uno sconto.
Per quanto riguarda il resto dipende dal modello che si sceglie, la felpa per esempio ha più modelli. Una costa 35 euro, ma sennò ci sono anche modelli da 25 euro più classiche e più leggere come tessuto.
I cappellini sono i classici snapback e hanno un costo di 20-25 euro a seconda del modello che uno va scegliere.
Dove vi possono trovare?
GM: Ci può contattare tramite i social o tramite l’e-mail. Facciamo anche indumenti per animale su richiesta!
Dove volete arrivare? Quali sono i vostri obiettivi per il futuro?
FA: Siamo partiti con un “O la va o la spacca”, ma dal mio punto di vista direi che immagino qualcosa di grande con un negozio aperto in Italia e uno all’estero.
GM: Stessa cosa anche per me.
FA: Sarebbe interessante, ne parlavo giusto con lui, capire da qua a un anno capire i costi nell’aprire qualcosa a Tokyo.
GM: Per me sarebbe il massimo, so che a Tokyo un qualcosa di questo tipo sarebbe ampiamente vendibile.
Le difficoltà nel fare impresa oggi quali sono?
FA: Se parliamo di Italia… Sono tante! Noi siamo partiti la scorsa estate e abbiamo iniziato a parlarne a persone che conoscevamo per ricevere dei consigli più che un aiuto… Il 90% di loro ci ha detto di non farlo.
GM: Sono sempre demoralizzanti questi consigli…
FA: Ci dicevano che era una pazzia, ma siamo partiti. Siamo andati su internet per cercare di capire come muoversi ed è stato tutto molto complicato. Il concetto iniziale era faraonico con vari disegni, ma nessuno sapeva dirci dove andare per i singoli disegni.
Abbiamo alla fine scelto un disegno semplice eliminando quello che era il ragionamento di più disegni diversi. Ci piacerebbe ovviamente al più presto poter fare qualcosa in più, ma toccherà ovviamente aspettare.
Anche da un punto di vista societario è stata una discreta avventura parlando con i vari commercialisti. Gli ostacoli ad una società in Italia sono comunque tante: le tasse sono alte e incentivi per noi che abbiamo superato i 30 anni non ci sono, ma arrivano solo con il tempo.
Chiudiamo con qualcosa di leggero: il messaggio che lanciate ai torinesi
FA e GM: Credo che Mooncake debba riuscire ad arrivare a tutti. Quando vedi Mooncake devi avere delle belle sensazioni e deve essere un qualcosa che può dare la forza di rialzarsi sempre. Noi stiamo cercando di rialzarci da zero e vogliamo sperare che anche altri riescano a fare quello che riusciamo a fare noi. Il fulcro deve essere però la semplicità, Mooncake può essere il tuo migliore amico… Un po’ come Ash aveva Pikachu… Tu avrai Mooncake!
INFO – Potete raggiungere Mooncake Wear tramite mooncakewear2018@gmail.com o tramite le pagine: facebook.com/mooncakewear/ e instagram.com/mooncake_wear/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here