Intervista a Ronnie Romero, il cantante presenta “Raised On Heavy Radio”

Un nuovo bellissimo disco per l'artista con Frontiers Records

Un gradito ritorno per la rubrica interviste di CronacaTorino: Ronnie Romero. La rockstar ci ha presentato il nuovo disco “Raised On Heavy Radio” in cui le protagoniste sono le cover di Black Sabbath, Ozzy Osbourne, Deep Purple, Manowar, Judas Priest, Iron Maiden, Accept, Rainbow, Metallica, Masterplan e Yngwie Malmsteen.
La chiacchierata è proseguita anche con l’Eurovision di Torino e con i progetti per il futuro di questo artista. Ecco cosa ci ha raccontato:

Ciao Ronnie, bentornato! Come stai? Ci racconti le novità sul pianeta Ronnie Romero?
Ciao, tutto bene, sto lavorando molto sulla musica che uscirà in questo 2023, sugli spettacoli e su molte altre cose. Sono sempre molto impegnato.

“Raised On Heavy Radio” è un album molto potente. C’è una canzone a cui sei maggiormente legato?
Tutte, ed è questo il motivo per cui tutte queste canzoni sono lì. Non volevo fare un album di pezzi a caso. Ogni canzone è legata a un ricordo o a un momento speciale. Principalmente sono legate alla mia infanzia e adolescenza, sia perché è la musica che ascoltavo con mio padre (RIP) o per suonare con i miei amici in quelli che sono stati i miei primi passi.

Questo disco è una sorta di celebrazione di hit storiche di grandi band. Cosa c’è dietro a questa scelta?
In realtà, come nel primo album, volevo uscire un po’ dalle cosiddette “hit”, quindi sono andato più a fondo nel catalogo delle band alla ricerca di canzoni che altri musicisti non sono soliti coprire. Comunque tutte le canzoni appartengono alla mia lista dei preferiti in ogni caso.

Cosa hanno portato musicisti come Gus G e Chris Caffery a questo disco?
Prima di tutto volevo portare ospiti legati alle canzoni che avrebbero suonato. Nel caso di Gus, ha suonato con Ozzy Orsbourne e quindi non c’era persona migliore per una cover di Ozzy. Poi Chris è anche legato alla canzone dei Sabbath e non voleva suonare solo l’assolo, ma tutte le chitarre nella canzone. Ha portato quindi anche la sua interpretazione che è molto bella.

Tornando al 2022. Che esperienza è stata l’Eurovision di Torino?
È stato bello incontrare alcune persone e far parte di quell’enorme produzione, ma questo è tutto. Non credo che lo rifarei, è un mondo completamente strano e un contesto fuori luogo per un musicista rock.

Il prossimo capitolo per te? C’è un sogno nel cassetto?
Sto vivendo in un sogno. Faccio ciò che amo e vengo anche pagato. (ride)
Ho una bella vita con mia moglie, quindi non c’è niente di meglio da ottenere di quello. Quest’anno sarò in tour con Michael Schenker e preparerò nuova musica con Frontiers per tutti i miei amici e fan. Vita perfetta.

C’è un musicista con cui ti piacerebbe collaborare?
Sicuramente Tony Iommi dei Black Sabbath. Gli è piaciuta la mia versione della canzone dei Sabbath “The Shining”… Direi che è un buon inizio! (ride)

Ultima domanda: un messaggio per i tuoi fan italiani
Come al solito, grazie mille a tutti! Spero di vedere presto tutti i miei amici italiani!
(Alessandro Gazzera)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here