Petizione per non chiudere il campeggio Bokki Bardonecchia, ecco come e dove firmare

STOPDi seguito la segnalazione inviata da una nostro lettore alla nostra Redazione (redazione@cronacatorino.it), sul rischio di chiusura per il campeggio Bokki di Bardonecchia.
LA PETIZIONE –  “Sono uno dei tanti che tra breve dovrà dire addio a Bardonecchia ai suoi ristoranti ai suoi negozi al suo cinema e ai suoi bar, dovrò dire addio alle passeggiate all’aria pura alle belle sciate fatte con gli amici alle grigliate su al Melezet o al Pian del Sole. Rimarranno solo ricordi, si solo ricordi perché il NOSTRO campeggio BOKKI in Valle Stretta sta’ per chiudere. Siamo circa 1000 campeggiatori tra giovanissimi e meno giovani ed alcuni sono li da 40 anni.”
“L’Amministrazione quasi certamente deciderà che non potremmo più entrare nelle nostre casette in legno perché tra la Gestione del campeggio e Amministrazione locale sono sorti (anzi è da tempo che sono sorti…2010 ) dei problemi finanziari e non solo finanziari e…. indovinate un po’ chi ci rimette….? Noi campeggiatori e non solo noi.”
“Ci rimetterà l’economia di Bardonecchia , ci rimette il commercio, ci rimette l’immagine delle persone che hanno permesso tutto questo, ci rimettono le persone che hanno investito in questa Valle e coloro che vorrebbero continuare a farlo.
Chi non si può permettere una vacanza in albergo, NON andrà in vacanza, i nonni non potranno portare i loro nipotini a prendere aria buona mentre i genitori lavorano in città in attesa delle ferie estive.
Noi faremo, con l’aiuto di tutti, ogni cosa lecita perché questo non accada, lo grideremo ai 4 venti perché questa è un’ingiustizia che pagheremo noi a causa di contrasti tra il Comune e l’attuale Gestore del campeggio.”
“Le nostre casette e le nostre roulottes resteranno, forse senza luce e senza acqua, sicuramente incustodite, sicura preda di vandali che devasteranno gli interni, ruberanno i nostri oggetti personali e tutto ciò sotto i nostri occhi perchè…. perché siamo impotenti.
Grazie a chi ci vorrà sostenere, comprendendo il nostro dramma.”
Uno dei 1000
IL LINK PER FIRMARE – Sul web si può sostenere una petizione contro la chiusura del campeggio CLICCANDO QUI

4 COMMENTI

  1. il campeggio è brutto, deturpa una valle amena e la vacanza in baracche e roulotte non è un diritto costituzionale. si affitti un appartamento o vada altrove dove tale scempio è tollerato e c’è analoga aria buona. finalmente una bella notizia per bardonecchia.

    • Ma non scriva sciocchezze, per favore. Addirittura parla di diritti? Allora io mi arrogo il diritto di sciare altrove, a Bardonecchia avete la puzza sotto il naso. Tenetevi le vostre colate di cemento e i vostri orrendi condomini. Se lei è ricco/ricca, buon per lei. Ma non tutti son figli di papà con la villa sulle piste. Le farebbe bene un po’ di officina…

      • Gentile signor Bruno Bianco, mi permetto sommessamente di farle notare che nel mio commento scrissi: “…non è un diritto”…, proprio a dire che non si sta appunto parlando di diritti. Riesce a seguirmi? Tralasciamo quindi di sottolineare chi avrebbe dovuto farci il favore di non scrivere sciocchezze. Sarà la troppa officina…?
        Gioverebbe comunque chiarire perché le stia tanto a cuore difendere gli orridi accampamenti se tanto andrà a sciare altrove, lontanissimo da Bardonecchia con le puzze sotto al naso, colate di cemento, orrendi condomini, figli di papà.

Comments are closed.